Contents[Hide]

È da poco uscita la programmazione di rilascio che ci porterà alla 3.0 e, da lì, alla 3.1 ed alla 3.2. Analizziamola insieme.


La programmazione di rilascio della 3.0.0 è sicuramente una delle più nutrite e complicate degli ultimi due anni. Neppure il rilascio della 2.0.0, risalente a Dicembre 2015 / Gennaio 2016, è stato così ricco di novità ed elementi di gioco. Sebbene i contenuti inizialmente previsti per la 3.0 siano stati diluiti in tre aggiornamenti successivi (la 3.0, la 3.1 e la 3.2), resta uno degli aggiornamenti, se non l’aggiornamento più importante della storia di Star Citizen fino ad oggi.

Diamo quindi un’occhiata alle funzionalità che verranno introdotte con questo rilascio ed a quelle che verranno nei mesi a venire con la 3.1 prima e la 3.2 dopo.

    

1. I CONTENUTI DELL’UNIVERSO DI GIOCO

La 3.0 doveva implementare un intero nuovo sistema solare: Stanton. Purtroppo, il rilascio dei pianeti principali (Hurston, Microtech, ArcCorp e Crusader) con la nuova tecnologia dei pianeti procedurali è stato diviso tra le 3.1 (ArcCorp) e la 3.2 (i restanti). Cosa possiamo quindi aspettarci sotto questo punto di vista dalla 3.0?

Innanzitutto, le tre lune di Crusader: Yela, Cellin e Daymar.

Il fatto che siano delle lune non vuol dire che non possano avere una propria atmosfera, e sarà proprio questo il caso dei satelliti di Crusader. I ragazzi della CIG stanno preparando una serie di funzionalità ed effetti, sia visivi che audio, per simulare l’ingresso in atmosfera delle astronavi e rendere l’esperienza di gioco più immersiva e spettacolare.

Una volta atterrati, ci troveremo a dover fare i conti con tre ambientazioni diverse.

Yela vi offrirà un panorama ghiacciato fatto di profondi e pericolosi crepacci, che da un momento all’altro potrebbero eruttare dei getti di materiale che andranno a danneggiare i malcapitati in volo radente o ad uccidere i giocatori troppo vicini. Ricordatevi di indossare la tuta, altrimenti il gelo vi strapperà tutto il calore dalle ossa prima che possiate dire “Anvedi che freddo!”.

Cellin, invece, vi accoglierà con il suo magma ed i suoi vulcani. Girare da queste parti sarà pericoloso tanto quanto farsi un giro per Yela, perché oltre ai vulcani, sulla superficie del pianeta sono presenti dei geyser capaci di distruggere qualsiasi mezzo nelle vicinanze. Fate attenzione a dove andrete a posteggiare il vostro Rover Ursa: il fatto che stiano introducendo un sistema di Persistenza più completo non vuol dire che non possiate ritrovarlo ribaltato, con in mezzo un buco grande quanto un cristiano. Io vi ho avvertito.

Per i meno impavidi, un giro su Daymar sarà sicuramente più indicato. È la luna che fu mostrata durante il gameplay del GamesCom 2016. Privo di particolari caratteristiche, Daymar è costantemente ricoperto di una spessa coltre di nebbia che può renderne difficoltosa l’esplorazione. Le frequenti tempeste di fulmini che si verificano sulla superficie del satellite potrebbero aiutarvi ad illuminare il cielo, a patto che non vi facciano fare la fine dell’aquilone di Benjamin Franklin.

Su queste tre lune sarà possibile trovare una serie di avamposti di natura e forma differenti, ciascuno dei quali potrebbe ospitare equipaggiamenti o strumentazioni abbandonate a prendere la polvere. La roba abbandonata è roba di nessuno, per cui tanto vale portarsela via. Una piccola ricognizione vi permetterà sicuramente di intascare qualcosa, ma forse è meglio che vi portiate dietro una Caterpillar o una Starfarer, magari con a bordo una Dragonfly o un Rover Ursa per facilitarvi le operazioni di ricerca. Anche perché, ragazzi, non stiamo mica parlando di un giretto per il quartiere. Stando alle notizie fornite dalla CIG, circumnavigare Yela a bordo di una Dragonfly richiederà quasi quattro ore e mezza. E se proprio vorrete farvela a piedi (ma ne siete del tutto sicuri?), preparatevi a lasciare il pc acceso per 14 giorni. Mica bruscolini.

E se non siete interessati agli avamposti, potreste sempre provare a trovare uno dei tanti relitti di navi sparsi per lo spazio, oppure potreste girare per i vari campi di detriti formati da qualche povero sfortunato che ci ha rimesso cargo, nave e vita. Però fate attenzione: contrariamente a quanto visto finora, con la 3.0 verrà introdotta anche la prima versione delle assicurazioni, il che vuol dire che se per qualche motivo perderete la vostra nave, dovrete richiederne una nuova. Che vi verrà recapitata con un equipaggiamento base. Forse è il caso di lasciare in hangar quei bei cannoni Omnisky, non si sa mai.

Sapete, anche rigare lo scafo diventerà una questione non da poco. Il giochetto di sloggare e riloggare per riavere la vostra nave bella lucida non funzionerà più. Eh già, i ragazzi della CIG stanno migliorando la Persistenza, il che vuol dire che adesso, quando lascerete una sessione di gioco per poi ritornarvi in un secondo momento, la vostra nave sarà lo stesso catorcio che avete schiantato su Yela nella vostra ultima partita. Meglio se iniziate a pensare a cosa fare nell’universo di gioco. E ricordate: il carro attrezzi (spaziale) è vostro amico.

Ma in caso non vi piacessero le lune, allora ci sarà comunque un bel pianeta da esplorare. Si tratta di Delamar! Anche questo ci è già familiare: faceva parte della stessa demo del GamesCom 2016 in cui mostrarono per la prima volta Daymar. Qui troverete un paio di NPC che vi daranno delle missioni particolari, ma forse non dovreste fare troppo affidamento su questi tipi. È probabile che vi ritroviate con una pistola puntata alla schiena.

In ogni caso, Delamar costituirà uno degli snodi economici presenti nella 3.0, per cui potreste voler andare a controllare i prezzi delle merci qui disponibili. Tra i nuovi elementi di gameplay che verranno introdotti con questo aggiornamento, vi è difatti quello economico: vi sarà possibile acquistare e vendere merci in giro per le stazioni e gli avamposti di Crusader, cercando di raggranellare qualche credito. Dal punto di vista tecnico, questa funzionalità sarà supportata da svariate nuove tecnologie: non ci sarà soltanto il manifesto cargo ed il sistema dell’inventario, che vi permetteranno di controllare il materiale che starete trasportando con voi ed organizzare le merci presenti nella vostra stiva, ma verranno aggiunte anche le nuove meccaniche di interazioni con gli oggetti, l’interfaccia di acquisto/vendita, il sistema dei chioschi, una sorta di negozi automatizzati da cui acquistare o vendere roba, ed una versione rivisitata del mobiGlas, che andrà ad abbracciare un po’ tutte le tecnologie precedenti.

Come già anticipato, questo sistema economico non sarà dinamico, né particolarmente sviluppato. Come molte altre cose, sarà un primo rilascio che verrà progressivamente arricchito e migliorato con il passare del tempo. Con la 3.1, infatti, verrà introdotta una nuova tipologia di stazione spaziale – la stazione di servizio. Qui potrete fermarvi per vendere o scaricare le merci che avrete con voi, per poi partire alla volta di una nuova destinazione. Ho già detto che con nella 3.1 ci sarà anche ArcCorp e l’Area 18?

 

2. TECNOLOGIE DI BASE

Passando ad un argomento più serio, la 3.0 introdurrà un gran numero di tecnologie a supporto sia delle nuove possibilità di gameplay della 3.0 (economia, trasporto cargo, nuove missioni), sia di funzionalità che verranno introdotte in futuro.

Tra tutte, spicca il Sistema Oggetti 2.0.

Questo aggiornamento vedrà la prima parte della conversione delle navi a tale sistema, per cui il comportamento di alcuni componenti, come il sistema radar, il sistema di controllo luci, il sistema dei collegamenti, l’energia ed il motore quantistico potrebbe funzionare diversamente da quanto visto finora.

Parallelamente, anche gli ambienti inizieranno ad essere convertiti al Sistema Oggetti 2.0. il primo passaggio andrà ad interessare gli airlock e le porte, che in futuro verranno collegate al sistema di pressurizzazione ed ossigenazione delle stanze, per cui iniziate a prenderci la mano ora, prima di finire per ventilare voi ed il vostro equipaggio fuori dal boccaporto, con tutte le conseguenze del caso.

Vale anche la pena menzionare che, finalmente, Crusader ed il PU verranno convertiti alla funzionalità della Mega Mappa. Ciò implicherà velocità di caricamento significativamente maggiori e un’esperienza di gioco più ottimizzata. A supportare tutto questo vi sarà anche lo snellimento di una porzione del netcode, che dovrebbe non soltanto ridurre la banda utilizzata in partita, ma anche parzialmente risolvere il problema degli FPS ballerini in gioco. Purtroppo, non si ha attualmente notizia del famoso Starcode 2.0, la nuova versione del netcode di Star Citizen che avrebbe dovuto fare il suo debutto con la 3.0. Potrebbe arrivare con la 3.1 o la 3.2, ma attualmente non ci è dato di saperlo.

Sebbene i sistemi di ossigenazione e pressurizzazione degli ambienti potrebbero fare il loro ingresso più avanti, con la 3.0 vedremo sicuramente quello della fatica. Questo vuol dire che i vostri personaggi suderanno e si affaticheranno saltando, scattando e menando gli altri personaggi (ah, no, quella funzionalità prevista per la 3.1, peccato). A seconda del livello di fatica raggiunto, i movimenti potrebbero essere più lenti ed alcune azioni, come superare un ostacolo saltando, potrebbero non essere portate a compimento. Inoltre, il respiro del personaggio si affannerà, rendendo difficile prendere le mira con le armi FPS. Quindi occhio a dove sparate dopo una corsetta, il fuoco amico non è mai piacevole.

 

3. I GRANDI ASSENTI

Ora che abbiamo grosso modo trattato le novità più succose della 3.0, possiamo passare alla nota dolente della questione. Innanzitutto, il netcode. Il tanto promesso Starcode 2.0 è il primo dei grandi assenti della programmazione di rilascio. Gli aggiornamenti che dovrebbero migliorare gli instabili protocolli di rete attualmente in uso risultano essere non pervenuti. Non è chiaro se sia per prudenza o altro, dato che la CIG ha avuto cura di aggiungere, tra le premesse, la postilla secondo cui non tutti gli elementi su cui stanno attualmente lavorando sono stati inclusi nella programmazione di rilascio della 3.0. Certo, c’è poi una piccola, nebulosa riga relativa ad un’architettura di diffusione dati di seconda generazione. Che sia quella, la base dello Starcode 2.0? Purtroppo, bisognerà attendere ulteriori aggiornamenti per avere una panoramica più chiara del reparto netcode. Potrebbe anche darsi, ma questa è un’opinione personale, che le funzionalità presentate per l’ottimizzazione dello scambio dati sulla rete, elementi che erano precedentemente inclusi nella 2.6.0 e che, successivamente, sono stati rimandati a causa di bug e problematiche di sviluppo, siano fondamentali per il passaggio alla nuova versione del netcode, un po’ come la 2.6 lo è stato per la 3.0. Nonostante questi miglioramenti, non è detto che ci sarà un aumento della capacità delle istanze, per cui non contateci troppo. Forse arriverà, forse no, ma è meglio non sperarci troppo.

Secondo grande assente, ma questa volta si fa per dire, è il mining. Neppure un mese e mezzo fa, la CIG, per bocca di Brian Chambers (che non è esattamente l’ultimo arrivato, essendo un Direttore allo Sviluppo del gioco), aveva confermato la presenza del gameplay di estrazione mineraria nella 3.0, ma ora questa funzionalità si è completamente volatilizzata. Che rientri nell’ambito di quelle cose su cui stanno lavorando, ma che non sono state inserite nella programmazione per via della mancanza di stime precise sulla data di completamento? Anche in questo caso, bisognerà attendere i prossimi aggiornamenti per capirci qualcosina in più. Abbiamo già aspettato anni, per cui se siamo a 30, tanto vale far 31, no? (So già che più di qualcuno di voi a questo punto starà storcendo il naso, mi spiace)

 

4. VERSO L’INFINITO, ED OLTRE

Passando oltre la 3.0, la 3.1 e la 3.2 completeranno il Sistema Stanton ed aggiungeranno tanti elementi di gioco interessanti.

Fermo restando che il mining potrebbe arrivare in qualsiasi momento (si spera), con questi due rilasci successivi verrà completato il passaggio al sistema Oggetti 2.0 che, tra le altre cose, introdurrà il rifornimento nave-nave, la gestione di accesso e controllo alle navi, la possibilità di creare una breccia negli scafi, con la conseguente depressurizzazione degli ambienti e calo dei livelli di ossigeno (tenevi sempre addosso una tuta, non si sa mai) e le versioni migliorate di cargo e radiofari di servizio. Se vi state chiedendo a cosa servano i radiofari di servizio (la cui prima implementazione la troveremo nella 3.1), si tratta di un sistema che permetterà ai giocatori di mandare richieste di aiuto in tempo reale, le quali appariranno come missioni nel log di sistema. Però non fateci troppo affidamento, non si sa mai chi potrebbe rispondere alle vostre richieste di soccorso. Inoltre, sarà il caso che iniziate a fare un po’ di manutenzione su quei cannoni logori che avete montato sulla nave. Dalla 3.1, si usureranno, invecchieranno e vi potranno anche abbandonare nel momento del bisogno. Sempre meglio che farli esplodere per mancanza di manutenzione, perché si, potrà accadere anche questo.

Chi gioca in gruppo sarà felice di sapere che con la 3.1 ci sarà una grossa revisione del sistema dei party, assieme all’aggiunta di funzionalità dedicate alle Org in game, sebbene al momento non si sappia con precisione di cosa si tratti. Sempre continuando su questa falsa riga, troviamo l’integrazione dello Spectrum nel gioco, il che vuol dire che potrete mandare a quel paese anche i vostri amici che non sono presenti in gioco tramite la chat dello Spectrum. Comodo, eh?

Dal punto di vista degli elementi di gameplay di base, ci saranno significativi passi in avanti per quanto riguarda la componente FPS le sane, vecchie mazzate. Dalla 3.1 inizieremo a vedere i sistemi per il combattimento in mischia ed all’arma bianca (qualcuno ha detto coltelli?), che saranno ulteriormente approfonditi con meccaniche di atterramento, incapacitazione, assassinio silenzioso a mani nude ed affogamento. Anche nel futuro, non c’è nulla di meglio di una buona scazzottata vecchio stile (Bud Spencer approva). E se il combattimento a mani nude non fa proprio per voi, potrete sempre lanciare la vostra arma addosso al nemico. Oppure mettervi in spalla un bel cannone railgun e ridurre i vostri avversari a pulviscolo interspaziale. Insomma, ci sarà da divertirsi.

Per concludere, quanti tra voi hanno l’abitudine di giocare con un pg femminile in altri MMO, potranno finalmente iniziare a farlo a partire dalla 3.1. Il modello femminile, assieme a tutte le sue animazioni dedicate, verrà introdotto con l’aggiornamento successivo alla 3.0, per cui finalmente potremo iniziare a vedere il gentil sesso camminare lungo Port Olisar e sforacchiare la gente. Sarà la fine della sagra della salsiccia (pelata) che abbiamo visto finora. Ah già, non preoccupatevi della pelata, la prima versione del sistema di personalizzazione dei pg sarà inclusa nella 3.0 e riguarderà proprio le teste dei personaggi.

Purtroppo, gli NPC arriveranno soltanto con la 3.2, per cui dovremo aspettare ancora un po’ prima di vedere le città brulicanti di vita che ci sono state promesse al GamesCom 2016. Lo sviluppo del sistema della Sussunzione, ovvero quel sistema che regola il comportamento dell’IA, non è una bazzecola, e sicuramente ne vedremo di tutti i colori, soprattutto in termini di bug, al momento della sua implementazione.

 

5. CONCLUSIONI

Dunque, a chiusura di questo lungo articolo (chiedo venia, doveva essere ben più corto, ma come sempre mi sono fatto prendere la mano), tiriamo un po’ di somme.

A conti fatti, la 3.0 originale è stata divisa in tre aggiornamenti che verranno rilasciati da qui fino al 2018. Guardando l’infografica delle stime di rilascio di tutti i vari componenti, grosso modo si possono individuare queste tre stime per la 3.0, 3.1 e 3.2.

Rilascio 3.0: fine Giugno 2017.
Rilascio 3.1: fine Settembre 2017.
Rilascio 3.2: fine Gennaio 2018.

Ovviamente, si tratta di stime non ufficiali, ad eccezione della prima, che nascono da un’attenta analisi di tutte le date (stimate) di completamento delle varie funzionalità e che potrebbero essere soggette a ritardi. Anzi, che saranno sicuramente soggette a ritardi. Potremmo quindi dire che, nel complesso, la 3.0 tarderà ancora parecchio, visto che da Dicembre 2016, ovvero la prima data di rilascio annunciata per questo aggiornamento, arriveremo all’inizio del 2018. Tuttavia, c’è anche da dire che il quadro è ben più complicato e completo di quello che ci fu inizialmente presentato al GamesCom 2016. Sono presenti tantissime funzioni che non erano state neppure mai menzionate e, sicuramente, arricchiranno in maniera consistente l’esperienza di gioco. Una su tutte, gli avamposti planetari: inizialmente, non avevano neppure pensato di realizzarli. È un ottimo esempio dei cambi di rotta e delle idee inaspettate, ma valide, che possono saltare fuori durante il processo di sviluppo.

Unico neo, è l’assenza (parziale) dello Starcode 2.0. Come già ribadito, non si esclude la possibilità che, come per il mining, si tratti di un lavoro ancora in corso di cui non hanno potuto fornire stime attendibili, per cui chi vivrà, vedrà. Probabilmente l’esperienza della 3.0 sarà più stabile e meno problematica sotto il punto di vista degli FPS, dato che tra le ottimizzazioni vi sono un paio di elementi dedicati esplicitamente al rapporto netcode – fisica del gioco, che è poi quello che sta attualmente azzoppando i server di gioco.

Volendo dare un giudizio su questo aggiornamento (escludendo le capacità di comunicazione della CIG, di cui ho approfonditamente parlato in un precedente articolo), questo sarebbe felicemente positivo. Positivo perché, infine, stiamo iniziando davvero a vedere il gioco prendere forma, anche se la strada da fare è ancora lunga. Andando a prendere la vecchia roadmap dalla 3.0 alla 3.2 e confrontandola con quella attuale, si potrebbe dire che, se le stime riportate in precedenza fossero rispettate, non potremmo neppure parlare più di tanto di ritardi. Il rilascio della 3.2 era stato recentemente stimato per fine anno, ed attualmente ci troviamo con un’infografica che punta a Gennaio 2018. Certo, occorre ricordare che sono stime e, come tali, possono essere soggette a modifiche, ma l’elemento principale che indica il rilascio della 3.2 con l’anno nuovo è legato allo sviluppo degli ambienti planetari (più precisamente, Microtech). Da questo punto di vista, la CIG ha fatto sapere che intende potenziare il team attualmente al lavoro sugli ambienti, per cui qualche data potrebbe anche avvicinarsi, piuttosto che allontanarsi.

Se proprio vogliamo trovare una pecca in tutto questo, è il fatto che non c’è una stima per il rilascio del mining (inizialmente previsto per la 3.1), e del sistema di riparazione e recupero materiali (inizialmente previsto per la 3.2). Ma, come già più volte ribadito, queste funzionalità potrebbero entrare a gamba tesa nella pianificazione di rilascio nei mesi a venire, per cui staremo a vedere.

Vi lascio quindi con l’infografica divisa per segmenti degli elementi in sviluppo per i prossimi aggiornamenti. La CIG ci aveva fornito quel mappazzone di stringhe e date, per cui ho pensato di dividerle per gruppi per rendere il tutto più facilmente comprensibile. Auguri a chi sta aspettando la Carrack, perché il rilascio è stimato per Maggio 2018 (lol).

 

Come sempre, ci vediamo nel ‘Verse!
Darnos

 

AMBIENTI

GAMEPLAY

GRAFICA

UI

TECNOLOGIE DI BASE

NETCODE

IA

FPS

ARMI

NAVI

Entra per commentare


Avatar di Musodacan
Musodacan ha risposto alla discussione #13983 21/04/2017 11:25

Wakiki ha scritto: l'unica deroga è che mi metto i capelli che avevo dieci anni fa :P

Io mi accorcio il naso :blush:
Avatar di Wakiki
Wakiki ha risposto alla discussione #13979 21/04/2017 10:37

Lost Horizon ha scritto:
Evidentemente, io che ho sempre pensato che in giochi di ruolo ecc creare un personaggio che mi somigliasse un pochino perché era più immersivo, ho sbagliato tutto :D :P

Quoto in assoluto, l'unica deroga è che mi metto i capelli che avevo dieci anni fa :P
Avatar di Musodacan
Musodacan ha risposto alla discussione #13955 17/04/2017 21:48

Lost Horizon ha scritto: Evidentemente, io che ho sempre pensato che in giochi di ruolo ecc creare un personaggio che mi somigliasse un pochino perché era più immersivo, ho sbagliato tutto :D :P

Idem haha. Adirittura con 2 specchi per guardarmi di profilo. Quanto vado fiero del mio lato nerd, pur essendo un nerd atipico, nel senso che ho anche una vita sociale, non rinuncerei al mio lato nerd per niente al mondo.
Non ho ben capito cosa fare per evitare di far emergere la mia omosessualità latente, ma al momento di creare il mio prossimo PG rileggo tutto per benino. :lol:
Anche se... Ripensando a The Witcher 3 credo di essere abbastanza al sicuro, (avendo passato un sacco di tempo a casa dell'erborista pur non essendo luogo di quest), ma meglio non correre rischi.
Scusate... Quando mi prende la stupidera non riesco a frenarla :blink: Me ne vado :blush:
Attenzione: Spoiler! [Clicca per espandere]
Avatar di Lost Horizon
Lost Horizon ha risposto alla discussione #13954 17/04/2017 19:17

Musodacan ha scritto: Sai... Ora che mi ci fai pensare, è stato abbastanza egoistico da parte mia non realizzare che le poverelle hanno sempre utilizzato un PG maschile... Magari pelato :lol:


Guarda, nel suo caso non è un grosso problema, nel senso che sì ha l'account con pacchetto aurora+SC+S42 ma al momento si limita a seguire o eventualmente girare in game tramite il mio, causa limiti del suo attuale pc, però era un problema mio :D perché ogni tot si verifica questo scenario:
Lei: che novità ci sono su SC?
Io: beh hanno fatto vedere questo, è uscito il report.. bla bla
Lei: sì, ma i personaggi femminili quando li mettono?

:D ergo almeno ora posso sperare che non mi assilli più così tanto con la solita domanda :P

Musodacan ha scritto: Sto pensando: Se io fossi stato costretto ad utilizzare un PG con le tette per tutto sto tempo sarei un po irritato. :pinch:


Eh qui però entriamo in una delle discussioni storiche in campo videoludico, che raggiunge il suo apice quando si parla di pg personalizzabili e giochi in terza persona, dove troviamo le due fazioni da sempre contrapposte:

- da un lato chi usa il ragionamento "sono un maschio, il mio pg deve essere maschio, non vedo perché dovrei impersonare una donna, se posso scegliere" e che ritiene abbastanza strano chi usa fare diversamente
- dall'altro chi sostiene che dovendo guardare sempre il proprio personaggio, specialmente da dietro, se un maschio si crea un pg maschile, è sinonimo di omosessualità, perché evidentemente si prova gusto a guardare le chiappe di un uomo. :woohoo: Di conseguenza il maschio duro e puro deve crearsi un pg donna, possibilmente strafiga :P in modo che a centro schermo ci sia sempre la celestiale visione di due belle chiappe femminili.

Evidentemente, io che ho sempre pensato che in giochi di ruolo ecc creare un personaggio che mi somigliasse un pochino perché era più immersivo, ho sbagliato tutto :D :P
Avatar di Musodacan
Musodacan ha risposto alla discussione #13951 17/04/2017 17:48
Sai... Ora che mi ci fai pensare, è stato abbastanza egoistico da parte mia non realizzare che le poverelle hanno sempre utilizzato un PG maschile... Magari pelato :lol:
Sto pensando: Se io fossi stato costretto ad utilizzare un PG con le tette per tutto sto tempo sarei un po irritato. :pinch:
Avatar di Lost Horizon
Lost Horizon ha risposto alla discussione #13950 17/04/2017 16:51

Musodacan ha scritto: Meno male che un minimo posso personalizzare il mio avatar.


E io aggiungo: meno male che dalla 3.1 ci sarà (se non la rimandano :D :P ) la possibilità di usare avatar femminili.. che la mia consorte mi stressa di continuo a riguardo :D :D
Avatar di Musodacan
Musodacan ha risposto alla discussione #13947 17/04/2017 14:31
Meno male che un minimo posso personalizzare il mio avatar. Quello che fa ridere è che mi capitava sempre il PG pelato, ma io ho i capelli fino al culo haha, (grigi) :(
Se vedo un coltello in qualche video reinstallo per Luglio ;)
Grazie per la traduzione.
Avatar di Lost Horizon
Lost Horizon ha risposto alla discussione #13944 17/04/2017 12:32

Ale040677 ha scritto: No è sempre stato Star Engine


parlavo del netcode (starcode 2.0 nell'articolo) StarEngine è la loro versione modificata del CryEngine (ora Lumberyard) ;)
Avatar di Ale040677
Ale040677 ha risposto alla discussione #13943 17/04/2017 11:57
No è sempre stato Star Engine.. Grazie per le news... specie per la Carrack!!!! Grrrr
Avatar di Lost Horizon
Lost Horizon ha risposto alla discussione #13934 16/04/2017 13:37
ma hanno cambiato nome (soprannome?) al netcode? Fino a poco tempo fa non era StarNetwork 1.0?