Op-Ed
Di Calesta Kiang

È passato poco più di un anno da quando mio figlio, Tarek, è stato ucciso. Ho scelto di scrivere questa lettera all’Aremis Post perché è stata proprio questa NewsOrg la prima a parlare della sua morte priva di senso, eppure in quel periodo la popolarità del “blading” continuava a crescere senza sosta tra i giovani del nostro pianeta. Come madre che ha visto questa inutile tendenza fare a pezzi il suo mondo, vi imploro, fateci mettere fine a questa pratica una volta per tutte.

Per tutti quelli ancora all’oscuro di questa terribile situazione che sta affliggendo la giovane generazione del nostro pianeta, blading è il nome che molti adolescenti hanno dato alla pratica idiota del cercare un incontro con i Vanduul. La costante minaccia di un attacco non basta a questi ragazzi, hanno iniziato a volare di proposito nei territori di caccia dei Vanduul per provocare queste creature. Per “guadagnare la propria blade” oppure per essere considerato “tagliente”, i sensori di un pilota devono aver rilevato un aggancio da parte di una nave Vanduul. Poi tocca alle speranzose blade schivare e fuggire a casa, dove presumibilmente vengono festeggiati dai loro coetanei che inneggiano a quanto siano stati “esplosivi”. Durante un fine settimana, mio figlio e due suoi amici, Kyle Allens e Li Con, hanno lasciato il Sistema per provarci. Nessuno di loro è sopravvissuto.

Quando si pensa a come lo Spectrum abbia glorificato questo conflitto Vanduul, c’è forse da meravigliarsi quando un incontro con loro rappresenta il picco della popolarità su cui brindare? Appena un paio di settimane fa si è tenuto il torneo di Arena Commander e miliardi di giovani da tutte le parti dell’Impero si sono riuniti per guardare questi piloti simulare continuamente una battaglia contro i Vanduul che ovviamente non ha nessuna conseguenza. Questo cosiddetto “gioco” è lodato per il suo realismo, e i giocatori che vincono il torneo sono premiati con un imbarazzante quantitativo di crediti. Come si può sperare che i giovani così impressionabili non pensino che la vita reale al contrario di quella esperienza non è così reale ed eccitante? Arena Commander è, a conti fatti, un percorso d’addestramento su come fare blading.

Poi ovviamente, ci sono i vid e le storie che li bombardano ogni giorno. The Flight of 42 è uno dei video più seguiti e non riesco a pensare ad un bambino di oggi che non abbia letto la serie di Burning Skies almeno una volta, nonostante sia uscita anni fa. Anche se questi racconti si basano sulla storia, presentano il conflitto con i Vanduul come un’audace avventura piuttosto che come la tragedia che è nella vita reale.

Ora, l’obiettivo di questo articolo non è trovare qualcuno da incolpare, ma trovare qualche soluzione. Non è tra i miei obiettivi vietare o censurare Arena Commander o il resto, ho voluto fare questi esempi in modo che le persone possano capire meglio ciò a cui sono esposti i loro figli e come potrebbe distorcere la loro visione di come funziona veramente l’universo. È chiaro come il blading sia divenuto una tale tentazione quando si comprende che i Vanduul vengono presentati come caricature di sé stessi facilmente abbattibili, quando in realtà sono feroci creature che uccidono senza pensarci due volte.

Sta a noi genitori e mentori parlare con i nostri figli, per fargli vedere quale è la verità. Vi prego, raccontategli di mio figlio, dei suoi amici, delle dozzine di ragazzi come loro che hanno perso le loro vite. Dite loro quanto sono veramente mortali i Vanduul.

Questo è il primo passo che tutti noi possiamo fare in casa per iniziare a cambiare la situazione, ma c’è qualcosa che anche l’UEE può fare. Propongo pertanto un limite di età per l’utilizzo dei punti di salto. Ai minori non accompagnati dovrà essere vietato il volo tra i Sistemi. Anche se il nostro pianeta non è conosciuto, se stiamo insieme, Cittadini o meno, l’UEE non potrà ignorare le nostre voci. Uniti, possiamo veramente cambiare le cose e salvare molte vite.

Prometto che continuerò a combattere per questo in ricordo di Tarek, e spero che voi tutti vi unirete a me per mettere la parola fine al blading una volta per tutte.
_______________________

Calesta Kiang risiede a New Corvo, Aremis. Questo è il suo primo contributo per l’Aremis Post.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.