INIZIO TRASMISSIONE:

Benvenuti a Kaizen. Io sono Aaron Schere, e vi porto le ultime notizie dell’alta finanza. Quest’oggi mi farò una chiacchierata con l’analista aerospaziale Scottie Bressler e parleremo dell’ormai prossima Expo Aerospaziale Intergalattica del 2949. Ma prima, le nostre analisi di mercato.

I risultati passati non sono da ritenersi indicativi per quelli futuri. Schere, Kaizen o Farnes Media Partners non garantiscono nessun risultato specifico o profitto. Prima di agire seguendo informazioni date da questo programma, vi preghiamo di prendere in seria considerazione un confronto con il vostro consulente finanziario.

Questa settimana gli investitori hanno puntato gli occhi su Bremen per seguire una causa che vede in competizione due dei maggiori conglomerati alimentari dell’UEE. Prasad Naturals di Goss, conosciuta soprattutto per i Twyn’s Sandwich, ha intentato una causa per fermare la recente legge di Bremen che taglia le tasse d’esportazione sui cibi confezionati. Francine Udell, avvocato di Prasad Naturals, sostiene di possedere documenti che dimostrano come i dirigenti di Terra Mills si siano incontrati con i politici locali per scrivere questa legge, che porta benefici alla loro compagnia e al contempo danneggia Prasad Naturals. Sia i legislatori locali citati nella causa sia un rappresentante di Terra Mills hanno respinto con veemenza le accuse.

Prasad è sul piede di guerra in seguito all’acquisto di vaste aree di terreno a Bremen che hanno lo scopo di rifornire i propri impianti di lavorazione a Castra e Vega. La nuova legge tassa gli alimenti confezionati in percentuale minore rispetto agli alimenti naturali, e Prasad afferma che questo li pone in svantaggio. Terra Mills lavora e confeziona la maggior parte degli alimenti nello stesso Sistema, perciò le spedizioni verrebbero tassate meno rispetto ai prodotti agricoli naturali di Prasad. Questi credono che la legge sia stata scritta per fornire a Terra Mills un vantaggio economico all’interno del Sistema. I politici locali negano ogni forma di favoritismo verso Terra Mills ed affermano che l’unico obiettivo della legge è quello di incoraggiare le aziende a rilocalizzare le strutture di lavorazione e confezione all’interno del Sistema, per stimolare la creazione di posti di lavoro.

Gli esperti prevedono che sarà una battaglia legale duratura. Di fronte a tanta incertezza, i mercati attualmente mostrano un leggero calo per entrambi i marchi.

La prossima notizia riguarda Anvil Aerospace, che ha rivisto le proiezioni trimestrali in quanto prevedono una svolta al ribasso a causa di alcune interruzioni nella catena di produzione, che li ha obbligati a chiudere temporaneamente diversi impianti a Castra. Secondo Scottie Bressler, analista aerospaziale presso Botero Group, questa inattesa battuta d’arresto per Anvil Aerospace ha aumentato la difficoltà per riuscire ad offrire una esibizione degna di tale nome alla Expo Aerospaziale Intergalattica del 2949. Scottie Bressler è qui con noi per discutere l’annuncio di Anvil e l’oramai prossima EAI. Bentornato a Kaizen.

Scottie Bressler: È un piacere essere qui. Avevamo molte cose di cui parlare anche prima che Anvil aggiornasse le sue proiezioni.

Quindi è stata una sorpresa anche per te?

Scottie Bressler: Giravano delle voci riguardo alcuni rallentamenti, ma non mi aspettavo si arrivasse a questo punto. È positivo il fatto che siano stati sinceri a riguardo, ma è anche preoccupante. Mancano pochi giorni all’EAI e questa dichiarazione sembra programmata strategicamente perché si perda nella marea di notizie che sta per arrivare.

Non ti sembra che questa dichiarazione gli renda le cose difficili per la expo? Ad esempio potrebbero essere costretti a rispondere a domande riguardo i problemi di produzione piuttosto che poter promuovere le loro navi?

Scottie Bressler: Guardala così: se avessero pubblicato questa notizia dopo la expo, allora la storia avrebbe mantenuto un certo interesse. Parlandone durante la expo avrebbero dovuto affrontarla. Ma parlarne adesso la porterà ad essere dimenticata velocemente e potrà essere considerata una ‘storia vecchia’ qualora venisse nominata alla expo. Considerando le opzioni, è stata sicuramente la scelta migliore per rendere nebbiosa la situazione.

Quanto dovrebbero preoccuparsi in questo momento gli investitori Anvil?

Scottie Bressler: Il mio consiglio è quello di non dimenticare questo report. Ultimamente sono ottimista su Anvil. Sono lo sponsor ufficiale del CitizenCon di quest’anno, e mi aspetto che ci regalino uno spettacolo impressionante sia lì che subito dopo alla EAI. Sarà sicuramente facile farsi prendere dall’eccitazione, ma indipendentemente da quello che mostrano, potrei dover riadattare la mia prospettiva qualora non dovesse convincermi il modo in cui sistemeranno i problemi alla catena di produzione.

A proposito dell’EAI, parliamo un po’ di una voce secondo cui Crusader Industries ha quasi saltato la expo di quest’anno. Alla fine hanno deciso di partecipare, ma la prospettiva che potessero mancare ad un simile evento per l’industria ha perplesso molti investitori. Cosa potrebbe aver portato un produttore del genere a considerare l’assenza dal più grande evento aerospaziale dell’anno?

Scottie Bressler: Eh già, sulla carta sembra una gran pazzia, eh? L’EAI offre ai produttori di astronavi l’opportunità di farsi pubblicità e di interfacciarsi direttamente con i clienti, molti dei quali potrebbero non aver mai messo piede in uno dei loro showroom. Ma, in realtà, le aziende investono moltissimo tempo e risorse per apparire alla expo. Alcuni costi sono evidenti, riguardano la spedizione di tutta la loro flotta oppure la ricerca di alloggi per i dipendenti, ma ci sono anche tanti altri costi elevati che la gente non prende in considerazione, come il marketing o gli stand stessi. Anche la sicurezza costa parecchio, non solo per proteggere le navi in transito, ma anche per garantire che non scappi qualche anticipazione su qualsiasi evento stiano organizzando.

Pensi che possa centrare qualcosa il voler evitare la competizione? Si vocifera che alcuni produttori abbiano qualche annuncio a sorpresa che potrebbe rivelarsi molto interessante.

Scottie Bressler: Certamente. Anche se tutti gli sguardi dell’Impero sono rivolti verso la expo di questa settimana, non ci sono garanzia che riuscirai a mantenere alta l’attenzione su di te quando ogni giorno sembra esserci qualcosa di più grande e più bello.

Perciò, come analista, non ti sorprenderebbe di vedere qualche grosso produttore evitare l’EAI?

Scottie Bressler: No, mi preoccuperebbe però vorrei anche sapere i motivi. Sarei meno preoccupato se il produttore realizzasse navi con ruoli industriali specifici che potrebbero servire meglio in eventi più indirizzati all’industria, ma vorrei comunque capire la giustificazione per voler evitare il palcoscenico principale.

Fortunatamente, Crusader sarà presente e non dovrà darci risposte. Velocemente, qual è la cosa che aspetti di più dalla expo di quest’anno?

Scottie Bressler: Lo ammetto, sono entusiasta della presenza di Jax McCleary in persona. Come appassionato di navi, ho sempre trovato la sua prospettiva molto divertente, e come analista industriale, devo riconoscere che la sua opinione ha molta influenza sul pubblico. Il successo o meno di una nave varia a seconda di cosa ne pensa lui. Non farei questo lavoro se non lo prendessi in considerazione nelle mie previsioni.

Dobbiamo fare una veloce pausa pubblicitaria. L’analista aerospaziale Scottie Bressler non si sposterà di un centimetro e non dovreste farlo neanche voi. Restate sintonizzati con Kaizen per avere maggiori informazioni riguardo alle cose che ogni buon investitore intelligente dovrebbe tenere d’occhio alla Expo Aerospaziale Intergalattica; tra qualche minuto.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.