Bentornati al dibattito finale del 2950 tra i Candidati al ruolo di Imperatore. Sono la moderatrice di oggi, Rachel Yevin del New United. Questo dibattito è stato diviso in segmenti, ognuno dei quali dedicato ad un argomento specifico per fare in modo che ogni Candidato possa affrontare la discussione e rispondere a quanto viene detto. I cinque Candidati hanno già discusso delle loro norme relative al Primo Atto mantenendo acceso il dibattito su come intendono assicurare protezione e sicurezza per l’Impero. Passiamo ora ad un altro argomento che ancora non è stato affrontato: il Synthworld.

Annunciato dall’Imperatore Corbyn Salehi nel 2872, il Synthworld, conosciuto ufficialmente come Progetto Archangel, è un progetto di ricerca multi-disciplina per vedere se lo UEE sia in grado di costruire un pianeta abitabile partendo da zero nel tentativo di ritirare la tecnologia di terraformazione, ritenuta distruttiva per l’ambiente. Circa 80 anni dopo l’inizio dei lavori, l’Impero continua a spendere una cifra importante per il progetto. Nonostante i progressi compiuti, considerando la portata del progetto alcuni scienziati non sono ancora certi che sia possibile giungere a compimento.

Iniziamo con lei, Candidata Sharrad, dal momento che è l’unica tra i presenti ad aver parlato di congelamento immediato dei fondi rivolti al Synthworld. Quale sarebbe il futuro del Synthworld sotto l’amministrazione Sharrad?

Illyana Sharrad ( U ): Ebbene, Rachel, in poche parole premerei il tasto pausa sul Synthworld ed ordinerei una revisione approfondita che possa infine rispondere alla domanda sulla bocca di tutti: È possibile portare a termine il progetto? La mia amministrazione vorrà sentire un sonoro “Sì” come risposta, prima di continuare a versarvi un altro singolo credito dei contribuenti.

Titus Costigan ( U ): Trovo strano che la Candidata Sharrad sia così preoccupata per i fondi dedicati al Synthworld solo ora, considerato che ha rivestito il ruolo di Alto-Segretario per gli ultimi otto anni. Se è stata veramente preoccupata riguardo i costi del progetto, perché non ha chiesto prima una simile revisione? Correggetemi se sbaglio, ma sono certo sia una cosa che rientrava nelle sue competenze.

Illyana Sharrad ( U ): So che il Candidato Costigan è nuovo nel mondo della politica, ma non credo di dovergli ricordare quali sono i doveri di un Alto-Segretario. Ho eseguito fedelmente la visione dell’Impero dell’attuale Imperatore. Ho imparato molto lavorando con suo padre e ho intenzione di mettere in pratica questa esperienza per guidare l’Impero in una direzione più fisicamente responsabile.

Titus Costigan ( U ): Guarda caso la sospensione dei finanziamenti dedicati al Synthworld consentirebbe inoltre di mettere a disposizione della Candidata Sharrad crediti considerevoli, con i quali potrebbe pagare tutti i progetti infrastrutturali che ha promesso di erigere per conquistare gli elettori. Senza quei fondi del Synthworld, il cuore della sua promessa elettorale andrebbe in frantumi. Non si tratta di una norma basata sulla profonda convinzione di voler frenare una spesa del governo che sembra fuori controllo, è mera politica.

Illyana Sharrad ( U ): Questa mi sembra un’enorme distorsione della mia posizione.

Titus Costigan ( U ): Sto semplicemente facendo notare un fatto che preferirebbe gli elettori non prendessero in considerazione. Il fulcro della sua campagna è possibile soltanto se devia i fondi dedicati al Synthworld. Come altro potrebbe la sua amministrazione permettersi i nuovi progetti infrastrutturali in ogni Sistema? Non ha mai dato una risposta chiara agli elettori evitando anche di rispondere alla domanda durante la parte di questo dibattito dedicata al Primo Atto.

Paul LeSalle ( C ): Permettete un’intromissione, considerato il tempo limitato ed il fatto che i Candidati Universalisti discuterebbero per mesi sul colore del cielo se pensassero che la loro posizione potrebbe sottrarre qualche voto all’altro.

Asteniamoci dal fare commenti personali e concentriamoci sulla conversazione relativa al Synthworld.

Paul LeSalle ( C ): Le mie scuse. Dunque, riguardo il Synthworld, il mio piano prevede la definizione di alcuni obiettivi che il progetto deve soddisfare per continuare a ricevere i crediti dei contribuenti; dovrà essere in grado di mostrare progressi continui o verrà chiuso. Per quanto riguarda i piani dei miei avversari, non riesco a credere di dover affermare l’ovvio, ma nel malaugurato caso si arrivi ad avere un’amministrazione Sharrad, non potrebbero semplicemente ‘premere pausa’ sul progetto e deviare fondi verso altri lidi. Sarebbe necessario un enorme sostegno del Senato per validare una simile iniziativa. Sono certo che qualcuno della campagna elettorale di Costigan l’ha spiegato al Candidato, quando ha iniziato a studiare come funziona un governo.

Titus Costigan ( U ): È vero, non dispongo di tutta l’esperienza politica di prima mano come molti dei miei avversari, ma sono ben lungi dall’essere estraneo a questo mondo. Ho osservato mentre Kelos Costigan guidava magistralmente questo Impero attraverso tempi difficili. Sono l’unico Candidato in lizza che può affermare di portare la prospettiva di un outsider in questa posizione pur avendo familiarità con quanto serve per svolgere il lavoro.

Per stare in tema, come ha influito questa prospettiva sulle sue norme riguardo il Synthworld?

Titus Costigan ( U ): Vede, Rachel, al contrario del Candidato LeSalle che vuole staccare la spina alla prima battuta d’arresto o della Candidata Sharrad, che sta cercando di porre fine per sempre al progetto –

Illyana Sharrad ( U ): Un’altra falsità. Il mio obiettivo è assicurare che il progetto sia realizzabile prima di dissanguare completamente l’Impero.

Titus Costigan ( U ): La mia norma raggiungerebbe lo stesso obiettivo senza infliggere gravi danni economici a coloro che guadagnano da vivere lavorando direttamente sul Synthworld o consegnandovi i rifornimenti.

Mira Ngo ( T ): Vorrei sapere con precisione come il Candidato Costigan intende riuscirci?

Titus Costigan ( U ): Innanzitutto farei continuare lo sviluppo del Synthworld, ma renderei più trasparente l’intero processo. Questo significa una contabilità più cristallina che dimostri dove finisce ogni singolo credito speso, oltre ad aggiornamenti pubblici frequenti e dettagliati riguardo lo sviluppo del progetto, così che gli esperti all’infuori del governo possano tenere traccia dei progressi e renderci più responsabili. Troppa gente vede il Synthworld come una scatola chiusa. Viene riversato del denaro, ma tutto ciò che ne esce sono affermazioni dagli addetti ai lavori che dicono che il progetto deve continuare. Voglio far luce su ciò che sta succedendo per fare in modo che tutti gli interessati, sia all’interno che all’esterno del governo, possano vedere che il gioco vale la candela.

Mira Ngo ( T ): Perciò la sua norma è essenzialmente uno status quo. Mantenere i finanziamenti ma richiedere più trasparenza riguardo i lavori sul progetto. Non è preoccupato che le potenze all’infuori dello UEE o nel settore privato potrebbero sfruttare quelle informazioni per progettare sistemi simili? Svalutando essenzialmente la tecnologia proprietaria che i contribuenti dello UEE hanno finanziato?

Titus Costigan ( U ): I protocolli di sicurezza ovviamente resterebbero in vigore per le parti classificate del progetto.

Mira Ngo ( T ): Che attualmente sono la maggior parte, per questo le informazioni vengono filtrate. Ho fatto parte di un comitato senatoriale che si è occupato esattamente della stessa cosa e lasci che glielo assicuri, diventa molto facile giustificare le limitazioni su qualsiasi cosa.

Titus Costigan ( U ): Ho familiarità con il lavoro di quel comitato e so che i risultati sono stati molto politicizzati.

Mira Ngo ( T ): Questa è un’esagerazione. Il comitato era in disaccordo su quali dettagli avrebbero dovuto esser resi pubblici per le stesse ragioni menzionate da lei.

Titus Costigan ( U ): E basandomi su alcune conversazioni con altri senatori coinvolti, può essere fatto molto per aumentare la trasparenza del progetto e la fiducia del pubblico.

Paul LeSalle ( C ): Non dimentichiamoci che il Candidato Costigan ha molti amici e soci in affari che amerebbero sapere i dettagli su cosa viene sviluppato là. Uno sguardo alla lista dei sostenitori della sua campagna è più che sufficiente per dare agli elettori un’idea di chi aveva in mente il Candidato quando ha scritto questa sua normativa.

Titus Costigan ( U ): Sono infastidito da quanto sta implicando. È chiaro che il Candidato LeSalle non riesce a discutere con me sui meriti della mia proposta, perciò deve ricorrere ad ulteriori attacchi personali.

Mira Ngo ( T ): Molto probabilmente perché la sua posizione è essenzialmente la stessa del Candidato Costigan.

Per essere onesti, tutti i presenti esclusa la Candidata Sharrad supportano la continuazione del finanziamento al progetto ma richiedono una supervisione migliore. Le differenze riguardano come ognuno di voi intende raggiungere tale obiettivo.

Mira Ngo ( T ): Riguardo il piano del Candidato LeSalle, dare delle scadenze con punizioni drastiche è ottimo per due cose: avere lavori fatti male ed aiutare i politici a sembrare dei duri. Il mio piano prevede la creazione di una task force per dividere il progetto in fasi realizzabili. Focalizzarsi su quanto serve fare al momento ed in seguito proseguire da lì. Credo nella visione espressa dall’Imperatore Salehi, voglio solo assicurarmi che questa sia sostenuta da un piano adeguato alle esigenze del 30° secolo.

Candidata Addison, deve ancora partecipare a questa conversazione. Come si inserisce il Synthworld nella sua agenda, incentrata sulla promozione dell’innovazione scientifica?

Laylani Addison ( I ): Credo che ascoltare sia una parte vitale di ogni conversazione, Rachel. Dopo aver sentito ciò che hanno espresso i miei avversari, sono ancora più convinta del mio impegno nei confronti dello sviluppo del Synthworld e credo sia un’impresa che vale la pena intraprendere anche se l’obiettivo di costruire un mondo abitabile potrebbe non giungere mai a compimento. Anzi, aumenterei i finanziamenti per questo progetto.

Illyana Sharrad ( U ): Ma questo è… Perché sono l’unica Candidata preoccupata dal costo esorbitante del Synthworld, che potrebbe danneggiare irrimediabilmente l’Impero?

Laylani Addison ( I ): Non parlerò per gli altri Candidati, ma ovviamente anche io penso al costo. Il budget deve essere sempre preso in considerazione, ma non dobbiamo spaventarci di fronte a questa sfida, dobbiamo trovare un modo per superare gli ostacoli finanziari. Ecco perché collaborerei con gli scienziati e gli ingegneri responsabili del Synthworld, per dare priorità alla tecnologia che potrebbe poi essere applicata anche all’infuori del progetto. Prima riusciremo a mettere tali avanzamenti tecnologici sviluppati dal team Synthworld nelle mani della gente, prima chiunque potrà beneficiare del loro lavoro e potranno comprenderne l’importanza.

Titus Costigan ( U ): Vogliamo davvero lasciare che sia un piccolo gruppo di ingegneri a decidere cosa è giusto per l’Umanità? Il mio appello alla trasparenza totale permetterà al mercato libero di fare ciò che sa fare meglio e di innovare.

Mira Ngo ( T ): Sì, certo. Perché sappiamo tutti che le corporazioni hanno a cuore soprattutto gli interessi dell’Impero… E mentre mi trovo ad applaudire la dedizione della Candidata Addison nel supporto alla ricerca scientifica, non credo che versare ancora più soldi nel Synthworld in questo momento sia un bene per l’Impero, e neanche che otterrà l’effetto desiderato.

Laylani Addison ( I ): Forse no. Ma è anche possibile che la ricerca possa portare ad una scoperta inaspettata che cambierà il corso della storia. Se ricorda, è stato un cortocircuito dovuto ad un errore di cablaggio che ha portato alla scoperta del campo Chan-Eisen ed infine ha sbloccato la scienza dietro le unità quantistiche.

Illyana Sharrad ( U ): Non ho capito, vuole aumentare i fondi dedicati al Synthworld nella speranza che porti a qualche svolta inaspettata?

Laylani Addison ( I ): Voglio aumentare i finanziamenti al progetto nella speranza che possa raggiungere l’obiettivo prefissato. Inoltre sto dicendo che anche se un mondo completo ed abitabile non venisse mai completato, l’investimento potrebbe comunque essersi rivelato utile per altre innovazioni.

Paul LeSalle ( C ): È una bella scommessa da fare con i soldi dei contribuenti.

Laylani Addison ( I ): Come è stata una scommessa quando Nick Croshaw si è avventurato nel primo punto di salto o quando il Senatore Akari ha sfidato i Messer negoziando da sé la pace con gli Xi’an. Questo Impero è stato eretto dagli audaci, persone disposte a scommettere le loro vite per il miglioramento di tutti noi. Non sono cieca di fronte ai problemi che dobbiamo affrontare attualmente, ma nonostante questo non permetterò alla paura di trattenermi dal perseguire nuove idee che potrebbero portare a nuovi orizzonti, straordinari ed inaspettati.

Titus Costigan ( U ): Non stento a crederlo, considerato il suo supporto all’aumento della ricerca sulle IA nonostante alcuni dei migliori scienziati dell’Impero abbiano avvisato che si tratta di una scelta avventata e potenzialmente pericolosa.

Laylani Addison ( I ): Durante la sezione di questo dibattito dedicata al Primo Atto ho già parlato in gran dettaglio riguardo i motivi per cui ha senso aumentare la ricerca, perciò non mi ripeterò. Invece, userò questo momento per annunciare che un’eventuale amministrazione Addison finanzierebbe anche un programma per avviare le ricerche e, si spera, trovare la Artemis. Sono passati secoli da quando questo governo ha fatto qualcosa per scoprire cosa è successo alle anime coraggiose che salirono a bordo di quella nave e poi scomparvero nel 2232. La nostra tecnologia e la comprensione dell’universo hanno fatto molti passi avanti da allora, sufficienti per giustificare un’altra indagine su ciò che è accaduto.

Illyana Sharrad ( U ): Ma l’elezione della Candidata Addison come Imperatrice per caso rende il denaro una risorsa infinita in qualche modo?

Titus Costigan ( U ): Forse è una delle scoperte legate al Synthworld. Una macchina che aiuta i Candidati a pagare le proposte assurde. Qualcosa che potrebbe usare anche lei, Candidata Sharrad.

Mira Ngo ( T ): Lasciate perdere il costo per rintracciare questa IA anarchica, vogliamo parlare del rischio per l’Umanità? Sembra che nonostante le affermazioni della Candidata Addison dicono il contrario, il suo intento sia quello di inaugurare l’era delle IA ad ogni costo. Con la Artemis abbiamo perso cinquemila individui, quanti altri dovranno morire al suo ritrovamento?

Laylani Addison ( I ): Questa sì è una posizione reazionaria. Ed io per prima avevo pensato che la Candidata Ngo avrebbe compreso che un cambio di prospettiva e di focalizzazione è esattamente ciò di cui l’Impero ha bisogno. Non è forse anche questo il ragionamento alla base della sua promessa di spostare la capitale UEE su Terra, Candidata Ngo?

Mira Ngo ( T ): Tra gli altri. Torno a dire, apprezzo la sua particolare prospettiva, ed accetterei di buon grado il suo contributo su diversi argomenti se fossi eletta, ma grazie ai decenni passati in Senato so anche che il lavoro di un ufficiale eletto è quello di considerare quanti più fattori possibili, anche quelli che sembrano altamente improbabili che si avverino. Non può semplicemente scegliere delle norme solo perché sembrano cose interessanti da fare.

Illyana Sharrad ( U ): Ringrazio la Candidata Ngo per aver iniettato un po’ di sanità mentale in questo dibattito. Sia la Candidata Addison che il Candidato Costigan sono nuovi nell’arena politica e sembrano credere che l’esperienza sia una buona cosa, ma osservare come entrambi hanno gestito le loro campagne mi lascia perplessa e mi ricorda una delle mie frasi preferite: “un esperto è qualcuno che ha visto i peggiori sbagli, perciò ha la conoscenza per evitarli in futuro.” Attualmente lo UEE ha a che fare con una feroce guerra contro i Vanduul, con il tasso di criminalità in continuo aumento e con budget governativi gonfiati a dismisura, non è il momento di affidare questo Impero a qualcuno che non sa come bisogna governarlo.

Paul LeSalle ( C ): Come persona che detiene più esperienza politica di tutti in questo luogo dico, “eccomi, eccomi.”

Titus Costigan ( U ): E di conseguenza è anche il più coinvolto in tutti i problemi che abbiamo oggi. Perché dovrebbe esserle permesso di correggere gli errori che ha causato? Io dico che una nuova voce è esattamente ciò di cui ha bisogno il governo in questo momento. Basta con gli ideali antiquati.

Laylani Addison ( I ): Una nuova voce che viene dal figlio dell’attuale Imperatore… Beh, immagino che se siete contenti dello stato attuale dell’Impero, allora è chiaro qual è il Candidato che fa per voi. Ma se credete che sia possibile fare di più, se credete che possiamo fare di meglio ed in modo diverso, allora sono la vostra unica scelta.

Dobbiamo mandare i consigli per gli acquisti, ma quando torneremo la discussione verterà verso l’economia. Il dibattito finale per le elezioni del 2950 torna tra poco.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.