Ciao, un saluto a tutte le persone impegnate nel lungo viaggio chiamato Vita. Io sono Craig Burton e voi siete sintonizzati su Clean Shot. Oggi è un giorno speciale. Cioè non oggi come giorno, anche se in effetti si sta rivelando quasi perfetto. Voglio dire che è questo episodio ad essere speciale.

Siamo arrivati a cento. Proprio così. Non ci avrei mai creduto al tempo, quando io e Skinny, il mio povero, povero produttore ci siamo messi in testa di iniziare a parlare sullo Spec, che ci sarebbero veramente state delle persone che ci avrebbero ascoltato. E adesso siamo qui, con un centinaio di episodi alle spalle, quasi importanti o giù di lì.

Comunque, nonostante sia stato proprio Skinny ad avere la brillante idea del nome TroubleZone, che ancora non mi piace, e nonostante mi obblighi a continuare a dirlo, vorrei invitarlo qui per fare un saluto. Vieni qui, Skinny.

Quando vuoi, Skinny…

Skinny: … ciao.

Ed eccolo che corre di nuovo in cabina. Ma anche così questo è un giorno miracoloso, gente, Skinny che parla al pubblico. E adesso calmiamoci tutti e andiamo avanti.

Una nota veloce. So che tutti stanno parlando di Charon III. Come diceva mio padre di solito, se la guerra fosse un bar, quei due ci stanno dando dentro come due ubriachi nel giorno di paga. Per continuare a combattere servono risorse, e ho parlato con qualcuno di voi che ha accettato dei lavori per trasportare scorte su Dellin.

Se siete anche voi tra questi ascoltate, un ascoltatore consiglia di stare molto attenti.

A quanto pare, l’esercito di Acheron sta aggiornando la loro classificazione dei combattenti nemici aggiungendo le navi di approvvigionamento alla lista, anche quelle indipendenti. Dellin sta già contestando la cosa e l’UEE sta cercando di capire come rispondere, ma nel frattempo, fate attenzione se state trasportando qualcosa fino a Dellin.

Vedremo insieme qualche altra novità sui Sistemi più tardi quando riprenderemo la TroubleZone. Per ora, ci manterremo sulla stessa lunghezza d’onda e parleremo dei pericoli che si possono incontrare durante un trasporto, ed alcuni passaggi che il trasportatore medio può seguire per tenere d’occhio non soltanto il carico, ma anche le proprie spalle.

Sto parlando dei mercenari.

Assumere una guardia del corpo può sembrare come una cosa da VIP, ma in verità vi dico, i prezzi non sono così esosi come credete e potreste persino optare per un viaggio più conveniente.

Sono felice di dare il benvenuto ad Aaron Lott, operatore indipendente da Vega III. È qui per parlarci un po’ del processo e di cosa ci si deve aspettare. Grazie per essere qui.

Aaron Lott: Figurati.

Molta gente crede che aggiornare il proprio armamentario ed applicare placche di difesa aggiuntive sia il modo più facile e veloce per proteggersi, al posto di assumere un mercenario. Cosa puoi dire a queste persone?

Aaron Lott: Il criminale medio passa la maggior parte del suo tempo a combattere. Il trasportatore medio no. Un’arma migliore non vi metterà alla pari con loro soprattutto se avete davanti un aggressore motivato.

Mi sembra giusto, ma alcuni dei miei fratelli e delle mie sorelle là fuori hanno una precisione chirurgica con il fondoschiena in una torretta, credimi.

Aaron Lott: Ci scommetto.

Ma ho capito il discorso, la prima volta che sono partito mio zio mi ha detto, “Craig, le armi più belle del ‘verse non valgono una cicca se non ci colpisci niente.”

Aaron Lott: Ha ragione. In combattimento conta più l’addestramento che non l’equipaggiamento.

Quindi, supponiamo che i nostri volubili ascoltatori ci stiano già pensando, fai un corso veloce su come si dovrebbe fare un… colloquio è la parola giusta? Provino? Dove possono trovare un mercenario che valga la pena contattare?

Aaron Lott: Dipende da quanto volete spendere. Potreste provare con la Gilda dei Mercenari; hanno un buon elenco di piloti esperti. Forse sono un po’ costosi e più specifici su quello che fanno e quello che non fanno, ma lavorano bene.

Fai parte della Gilda?

Aaron Lott: No.

Vorresti far parte della Gilda?

Aaron Lott: No.

Andiamo avanti. Diciamo che non voglio la Gilda, dove vado?

Aaron Lott: Entri in contatto con un infoagente locale o una bacheca. Se hai fretta l’infoagente potrebbe essere l’ideale in quanto conoscono bene il personale che gestiscono. Comunque, la chiave per procurarsi un buon mercenario è controllare la loro classificazione, le prestazioni e le recensioni dei clienti precedenti. Questo è il vero testamento riguardo l’efficacia di un mercenario: i clienti precedenti. Gilda oppure no, se porta a termine il lavoro richiesto senza ricevere lamentele, allora hai per le mani un ottimo alleato.

Che mi dici dei mercenari che si rivoltano ai propri clienti? È un problema reale? Forse in caso di un’offerta di denaro migliore?

Aaron Lott: Sì… può essere.

Ok… adesso ci facciamo una pausa veloce e poi torneremo ancora con Aaron Lott, mercenario indipendente, qui con noi al centesimo Clean Shot.

PAUSA TRASMISSIONE

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.