Benvenuti ad OP.NET, il programma per i professionisti della sicurezza indipendenti. Come sempre, ci tengo a ricordare che questa trasmissione non è affiliata in nessun modo alla Gilda ufficiale dei Cacciatori di Taglie. Siamo qui per aiutare le persone che seguono il proprio percorso nel ‘verse. Sono Conva Maynard ed indovinate chi è tornato con me oggi? Esatto, il mio fidato partner Skiv.

È bello riaverti qui, ragazzone. Sapete, Skiv è appena tornato da Yulin con una lista incredibile di località da non perdere assolutamente. Ma soprattutto, ha passato un bel po’ di tempo con la Souli Ndafwa Security, perciò se cercate lavoro in spazio Banu o volete solo fare una visita, non perdetevi l’approfondimento più tardi.

Prima di tutto però, parliamo di Stanton, dove le recenti violente incursioni perpetrate a nome di un branco di fuorilegge chiamato XenoThreat hanno obbligato il governo a mobilitare la Forza Civile di Difesa (Civilian Defense Force, CDF). La gente di Stanton ha risposto e aiutato a rispedire gli aspiranti invasori in quel di Pyro. Con noi oggi per discutere del successo delle operazioni c’è l’Agente Speciale in Carica Rowena Dulli, che si è occupata di coordinare la risposta della CDF.

ASIC ROWENA DULLI: Grazie.

Non eravamo d’accordo su un paio di questioni riguardo alcune politiche della CDF l’ultima volta che sei stata qui.

ASIC ROWENA DULLI: Nessun problema. Non era la prima volta che ho dovuto litigare.

Hai avuto un bel grattacapo a Stanton. Vorresti fare un’analisi di quanto successo? Immagino che agli ascoltatori interessi sentire le parole di qualcuno che era presente.

ASIC ROWENA DULLI: Un gruppo di fuorilegge auto-identificatosi come ‘XenoThreat’ è riuscito ad accedere illegalmente nelle comunicazioni pubbliche per trasmettere una minaccia contro lo UEE ed il Sistema. Poco dopo, un convoglio di Stanton è caduto in un’imboscata mentre era diretto verso Terra. I colpevoli hanno distrutto tutto il carico e giustiziato pubblicamente l’equipaggio accusandoli di essere “collaboratori dell’avidità aziendale.” Per affrontare la minaccia, la Marina ha inviato la UEES War Hammer in aiuto delle forze dell’ordine locali. Sfortunatamente, sembra che XenoThreat avesse previsto questa mossa e disponesse di forze aggiuntive in attesa nel Sistema Pyro. Quando l’ammiraglia della Marina si è fermata ad una stazione in loco per caricare approvvigionamenti, una porzione significante di navi da rifornimento è stata intercettata e distrutta. Senza altre unità disponibili nel settore, la Marina ha chiesto assistenza alla CDF per recuperare il carico sparso e consegnarlo alla stazione Jericho.

Questo ritardo nella consegna dei rifornimenti ha concesso a XenoThreat il tempo di cui avevano bisogno per schierare numerose navi da guerra nel Sistema. Dal momento che la CDF era già attiva, si è deciso di sfruttare i volontari come rinforzi nelle operazioni di combattimento con il compito di ingaggiare e respingere gli ostili.

È incredibile quanto stanno alzando la cresta questi criminali. Devo proprio dirlo, avevo i miei dubbi in merito alla CDF, ma è stato davvero impressionante come siete riusciti a respingere quei fuorilegge.

ASIC ROWENA DULLI: Sarò onesta, non potrei essere più orgogliosa di come ha risposto la CDF. Grazie ad ognuno di voi che ha risposto alla chiamata. Che abbiate combattuto le Idris o aiutato a raccogliere e trasportare i rifornimenti alla Javelin, i vostri sforzi sono stati molto apprezzati. Stanton è al sicuro ora grazie a voi.

Tu vieni da Stanton, vero?

ASIC ROWENA DULLI: Nata e cresciuta su Orison.

Perciò questa vittoria deve aver significato molto.

ASIC ROWENA DULLI: Sono tutte vittorie importanti, ma questa in particolare perché ho affidato personalmente l’incarico alla CDF. Ho detto al mio superiore che ero la persona più adatta per questo lavoro e lei mi ha creduto. Non sorprende poi il fatto che coordinarsi con le forze locali è stato relativamente più semplice considerando che molti di loro li conosco da anni.

Posso immaginare. Comunque, dopo averti contattata per assicurarmi la tua presenza al nostro programma, ho lanciato una chiamata aperta a chiunque abbia partecipato alle azioni della CDF in Stanton chiedendo che mi inviassero la loro esperienza e qualunque domanda potessero avere. Ti dispiace se proviamo a leggerne alcune?

ASIC ROWENA DULLI: Per niente.

Bene. Prima di tutto, si è visto un bel po’ d’odio per XenoThreat e tutto ciò che rappresenta. In tanti sono stati felici di essere chiamati in causa per cacciare quei bastardi dal Sistema.

ASIC ROWENA DULLI: Ho capito che l’orgoglio civile è un grande motivatore per i membri della CDF. Offre alle persone un modo in più per ergersi in difesa di ciò che credono sia giusto ed aiuta a difendere le loro case.

Sono stati anche felici per la paga. Abbiamo ricevuto un sacco di commenti positivi.

ASIC ROWENA DULLI: È stata una cosa giusta. La gente ha bisogno di essere ricompensata per il loro tempo, l’utilizzo di risorse personali e l’assunzione del rischio.

Non è stata una bella esperienza per tutti, però. Un soccorritore ha affermato di aver sparato inavvertitamente ad un amico, incidente per il quale è stato considerato criminale ed alla fine lo ha costretto ad un periodo presso il centro di riabilitazione.

ASIC ROWENA DULLI: Davvero un incidente sfortunato, e qualcosa che pianifichiamo di sistemare in futuro. Se hai il permesso di condividere le informazioni personali di costui, vorrei contattarlo personalmente e scusarmi per il malinteso.

Vedrò cosa mi dicono e ti farò sapere.

ASIC ROWENA DULLI: Non è successo tante volte, ma comunque è una cosa che va sistemata. Ciò che voglio sia chiaro è che le cose miglioreranno andando avanti. Ho già presentato un rapporto approfondito che illustra diversi passaggi da seguire per sistemare determinati problemi. L’operazione non è stata perfetta, ma ciò che conta è che i volontari della CDF si sono trovati faccia a faccia con una forza d’invasione organizzata e non sono mai indietreggiati. Come ho detto, non potrei essere più orgogliosa.

Da queste comunicazioni, sembra proprio sia stata una situazione pericolosa.

ASIC ROWENA DULLI: Assolutamente. È stato un assalto diretto contro la sovranità e la sicurezza dell’Impero.

Prima dell’assalto a Stanton l’Advocacy aveva familiarità con XenoThreat?

ASIC ROWENA DULLI: Avevamo già qualche informazione sul gruppo. Anche se operano principalmente in Pyro, sia l’Advocacy che la Marina avevano sentito delle voci che si stavano organizzando per combinare qualcosa.

Non è stato sufficiente per tenerli lontani da Stanton?

ASIC ROWENA DULLI: Pyro non è un Sistema dello UEE, perciò possiamo agire solo fino ad un certo punto. Inoltre, l’attacco diretto è stato un salto avanti pazzesco per le loro operazioni.

Lascia che ti faccia un’altra domanda da parte di qualcuno che era presente: credi che la CDF sia sostenibile?

ASIC ROWENA DULLI: Non sono sicura di aver capito la domanda.

Questa persona ci ha scritto un bel po’ riguardo i suoi pensieri e la sua esperienza, perciò faccio un riassunto. Dice certo, questa volta ha funzionato, ma cosa succede se la prossima operazione finisce male causando ingenti perdite tra i membri della CDF?

L’hai detto anche tu, si è trattato di un’operazione di tipo militare altamente organizzata, con lo scopo di terrorizzare la gente di Stanton ed interrompere il flusso commerciale del Sistema. Non c’è dubbio che XenoThreat ed altri gruppi fuorilegge abbiano preso nota delle tattiche dalla CDF e si adatteranno di conseguenza. Dal momento che alla fine la CDF è soltanto una coalizione libera di partecipanti “volenterosi”, cosa succede se questa “disponibilità” sparisce? Chi resta a quel punto a difendere il Sistema?

ASIC ROWENA DULLI: L’Advocacy, le forze armate UEE, e le agenzie di forza dell’ordine locali restano sempre la prima linea di difesa di un Sistema.

Ma nessuna di queste era nei paraggi per fermare quanto accaduto in Stanton? Non è per questo che è stata fatta intervenire la CDF?

ASIC ROWENA DULLI: Questo è un punto di vista un po’ troppo semplificato. L’Advocacy e la Marina erano presenti, ma hanno avuto bisogno di supporto. La CDF si è rivelata essere l’opzione migliore perché potevano entrare in azione immediatamente.

E, diciamo, se non si fosse presentato nessuno della CDF, quanto tempo sarebbe servito prima che arrivassero ulteriori forze di Advocacy e Marina?

ASIC ROWENA DULLI: Dipende da diversi fattori che non posso commentare in questa sede, ma non è un segreto che le forze UEE siano piuttosto ridotte al momento. In parte la CDF è stata creata proprio per questo, e perché i residenti desiderano avere un ruolo più grande nel mantenere al sicuro il loro Sistema. Ecco perché c’è stato un aumento importante delle milizie locali che proteggono il proprio Sistema. E, onestamente, non credo che alla CDF mancheranno mai i volontari. Il desiderio di proteggere la propria casa e renderla sicura per sé stessi e per i propri cari è un sentimento antico quanto l’Umanità. Perciò sono sicura che ci saranno ancora molte persone disposte a farsi avanti la prossima volta che ve ne sarà la necessità.

La prossima volta?

ASIC ROWENA DULLI: Non prendiamoci in giro, XenoThreat esiste ancora, e da quanto dicono le mie fonti, potrebbero avere ancora qualche asso nella manica. Hanno dimostrato di credere fermamente alla loro causa, perciò sarebbe sciocco pensare che una singola sconfitta sia sufficiente a far desistere un gruppo come quello.

Qualcos’altro che vorresti condividere con noi?

ASIC ROWENA DULLI: Solo che sto lavorando sodo per sistemare i problemi di cui abbiamo discusso, per fare in modo che le future operazioni della CDF funzionino ancora meglio.

Prepararsi è meglio che curarsi.

ASIC ROWENA DULLI: Sono d’accordo al 100%.

Adesso facciamo una piccola pausa. Torneremo tra poco con qualche altra domanda per l’ASIC Rowena Dulli, e più tardi Skiv ci racconterà della sua avventura nel Protettorato Banu. Non muovetevi da lì, OP.NET non è ancora finito.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.