Inizio Trasmissione

Benvenuti a Clean Shot, lo spettacolo che vi porta le ultime novità sui trasporti e le recensioni dei prodotti più recenti. Sono il vostro presentatore, Craig Burton.

Devo dirlo, è bello tornare a sedersi sul posto del capitano, e non in senso figurativo. Sono veramente seduto sulla poltrona della mia vecchia nave da trasporto. Non so cosa sia che rende questa poltrona tanto confortevole, ma ho fatto in modo di tirarla fuori dalla vecchia carcassa e me la sono portata in studio. Forse saranno i tanti bei ricordi. Nonostante questo, mi fa davvero sentire a casa.

Comunque, siamo tornati tra le quattro mura del nostro studio dopo aver partecipato alla Expo Aerospaziale Intergalattica di quest’anno e, se posso dirlo, è stato veramente un piacere chiacchierare con il designer di MISC Grigory Astier riguardo la collaborazione con gli Xi’an per quanto riguarda la Reliant. E sedermi con la tre volte campionessa delle Cargolimpiadi Kitt Devera era una cosa che volevo fare fin dalla sua prima vittoria. Skinny si è accaparrato talmente tanti componenti da recensire che abbiamo dovuto noleggiare una nave da trasporto solo per fargli portare indietro tutto quanto. Un sacco di bella roba.

L’episodio in diretta dall’EAI è stato divertentissimo, ma ci ha anche fatto lavorare un bel po’. Un ringraziamento particolare a tutto il team di produzione che ha corso di qua e di là per fare in modo che tutto funzionasse a dovere. Produrre Clean Shot in ambienti esterni è come prendere una strada mai percorsa durante la consegna di un carico di routine – snervante e stranamente familiare allo stesso tempo.

Oh, ed un grazie speciale va a tutti gli abitanti di Eri City per la loro ospitalità. Come facciano ogni anno a gestire un evento tanto grande ed invadente nella loro città rimanendo così cortesi per me è un mistero, ma gliene sono davvero grato. Se siete fan delle navi e non ci siete mai stati, dico sul serio, fatevi un favore ed iniziate ad organizzarvi per l’evento dell’anno prossimo. So che potrà sembrare ridicolo, ma credetemi, con tutta la roba che viene importata per la Expo è probabile che girovagando un po’ riusciate a trovare un contratto che per la consegna vi manda proprio là. Forse la paga per certi trasporti non sarà il top, ma è un’ottima maniera di guadagnare qualche credito prima che si presenti qualcun altro. Giocate bene le vostre carte e praticamente vi troverete il biglietto tra le mani. Ecco cosa ho sempre amato dell’essere un trasportatore, il tuo ufficio va dove vai tu.

Potrei star seduto qui a parlare dell’EAI per ore, ma lo sguardo di Skinny è chiaramente quello che mi consiglia di andare oltre. Torniamo agli affari, ecco il nuovo appuntamento con TroubleZone.

Volgiamo la nostra attenzione sul Sistema Centauri. Questa è una di quelle strane, gente. Alcuni trasportatori potrebbero essere stati vittima di una truffa senza neanche accorgersene, cosa che solleva anche alcune interessanti questioni etiche.

Partiamo dall’inizio, chiunque stia lavorando nel Sistema dovrebbe essere a conoscenza delle restrizioni sull’importazione di acqua su Yar. La devastante siccità che tormenta il pianeta da qualche anno ha costretto il governo locale ad imporre regole ferree per non far salire alle stelle il costo dell’acqua, e stanno tallonando in modo aggressivo gli individui che ignorano questi regolamenti. In seguito alla cattura di sospettati particolarmente noti, i contrabbandieri d’acqua che tentavano di capitalizzare sulla situazione hanno cambiato tattica per far prendere il rischio a trasportatori meno informati ed ignari.

Timothy Trogdon è qui con noi per fornirci ulteriori dettagli ed avere un quadro completo della situazione. È un avvocato che rappresenta Juliet Korman, la sua cliente accusata di contrabbando, che sostiene di essere stata truffata per portarla ad infrangere le leggi sull’importazione dell’acqua su Yar.

La ringraziamo per essere qui con noi, Sig. Trogdon. Inizi spiegandoci esattamente cosa è successo alla sua cliente.

Timothy Trogdon: Qualcuno ha approfittato di lei, è chiaro come il sole. Juliet Kormano è come tanti altri trasportatori che si sintonizzano nel suo show. Per anni, ha lavorato a bordo di astronavi altrui per mettere da parte abbastanza crediti e comprarsi una nave tutta sua. Ha poi passato decenni a viaggiare in lungo e in largo per l’Impero e per farsi una reputazione solida, senza mai avere problemi con la legge.

Ciò che ha fatto, e questo è chiaramente visibile nei registri della sua nave, è stato seguire la sua abitudine di portare a termine trasporti di carattere umanitario. Questi lavori, come il trasporto di soccorsi su Vega, erano tutti volti a dare la priorità alle persone piuttosto che al profitto.

Capisco ciò che sta dicendo, ne ho fatti un bel po’ io stesso tempo fa ed è qualcosa che spesso chiedo di fare anche ai nostri ascoltatori. Come diceva sempre mio padre, “niente paga di più che aiutare qualcuno in difficoltà.” Cosa è successo di preciso alla Sig.ra Korman per rendere questo lavoro così diverso dagli altri?

Timothy Trogdon: È proprio questo il punto, non c’era nulla che sembrava sospetto. Juliet ha semplicemente accettato un contratto per una consegna d’emergenza presso un avamposto su Yar. Era consapevole della terribile situazione del pianeta e sperava di poter aiutare, anche se solo per poco.

Ha raccolto il cargo su Saisei e l’ha consegnato a questo avamposto nel bel mezzo del Deserto Rosso. Dopo aver scaricato il carico, mentre stava decollando si è trovata circondata dalle Forze di Protezione di Archibald. Solo dopo qualche ora di interrogatorio Juliet ha scoperto che il cargo conteneva una spedizione di acqua non autorizzata.

Da non crederci. La Sig.ra Korman aveva idea del tipo di rifornimento d’emergenza che stava trasportando?

Timothy Trogdon: Non nello specifico, no.

Non si è incuriosita neanche un po’? Tenendo in considerazione che l’acqua in particolare è in cima alla lista dei rifornimenti richiesti dal pianeta?

Timothy Trogdon: Il cuore di Juliet è puro. Ha portato a termine consegne d’emergenza in tutto l’UEE e mai una volta ha dovuto mettere in dubbio la loro integrità. Potrebbe essere stato ingenuo da parte sua non controllare meglio questa spedizione in particolare, ma non si può certo considerare un crimine.

Capisco dove vuole arrivare, ma sfortunatamente per lei, gli ufficiali su Yar stanno discutendo in modo diverso. Per loro, è molto più chiaro. Ha trasportato un articolo vincolato a delle restrizioni sul loro mondo. Non importa se ne fosse consapevole o meno. Che ci riporta al nostro vecchio dibattito di quanto un trasportatore sia moralmente responsabile di sapere ciò che sta per andare a consegnare.

Timothy Trogdon: Ci sono una manciata di casi giudiziari interessanti su questo argomento. Uno che somiglia a quello di Juliet è il caso Kwon vs Terra, cui ho fatto ampio riferimento durante la mia stringa in tribunale.

Wow, sono sicuro che i ragazzi sintonizzati sullo spectrum vorrebbero saperne di più, ma prima di iniziare, facciamo una piccola pausa pubblicitaria. Tornerò con il nostro ospite, Timothy Trogdon, e poi Skinny recensirà uno dei generatori energetici nuovi di zecca che si è portato dalla Expo. Questo e molto altro dopo i promo.

Non schiodatevi da lì, continuate a seguire Clean Shot.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.