UNICO PER UNO SCOPO

Senza tanti giri di parole, il Sistema Tal è la più grande catena di produzione del ‘verse.

Situato appena oltre la Linea Perry, gli Xi’an hanno classificato Tal come Sistema di Produzione, ed ogni singolo pianeta abitabile è stato designato per soddisfare uno scopo industriale specifico. Quello della geopianificazione è un approccio tipicamente Xi’an che l’Umanità ha iniziato ad abbracciare da poco, soprattutto nel Sistema Stanton. Ma Tal ha un’altra caratteristica unica: è uno dei pochissimi Sistemi controllati dagli Xi’an ad accogliere apertamente gli Umani. Essendo un importante centro per il commercio e lo scambio, sono in molti a credere che i padroni di casa incoraggino gli Umani a fare affari in Tal per tenerli lontani da altre zone dello spazio Xi’an.

L’inviato diplomatico dell’UEE Jameson Wallach è stato il primo Umano conosciuto a visitare il Sistema Tal. In seguito al Trattato di Pace del 2789, il governo Xi’an ha svelato all’UEE l’esistenza di questo Sistema; prima di allora, gli Umani non avevano idea che si trovasse lì. Il tour guidato di Wallach fu considerato da molti come un gesto di buona fede, nonostante i critici lo videro fin da subito come uno stratagemma ordito dagli Xi’an. Visten Bana, uno dei critici più espliciti riguardo il trattato, disse “gli Xi’an stanno tentando d’infiltrarsi nell’Impero, non con armi o eserciti, ma attraverso i Crediti. Il nuovo campo di battaglia non saranno i nostri pianeti, ma la nostra economia.”

Coloro che visitano uno qualunque dei pianeti nel Sistema Tal avranno bisogno di qualche minuto per abituare gli occhi. Gli Xi’an hanno assegnato un colore specifico ad ogni pianeta da incorporare in tutte le sue strutture. La maggior parte degli Umani durante la prima visita trova questa visione molto strana, spettacolare e travolgente allo stesso tempo. In seguito ad una serie di incidenti provocati da piloti Umani disorientati, l’autorità delle zone di atterraggio di Tal ha iniziato a scoraggiare le persone dal procedere all’atterraggio manuale con le proprie navi.

L’unicità e la rigorosa organizzazione planetaria non si limita comunque alla loro codifica a colori. Nonostante il sistema attuale sia molto più complesso di quanto non possa essere descritto in un riassunto, i mercanti dovrebbero familiarizzare quanto prima con lo scopo di ogni pianeta prima di visitarlo, onde evitare figure imbarazzanti per aver tentato di concludere un accordo sul pianeta sbagliato del Sistema. Tal II si occupa della fabbricazione di superfici di larga scala e di astronavi. Tal III tratta viveri e tessuti. Tal IV processa minerali e gas. Tal V gestisce la produzione di vari articoli, da materiali da costruzione ad armamenti.

Il Sistema è in costante richiesta di materiali grezzi, in particolar modo idrogeno e antimateria per mantenere sempre al massimo la catena di produzione. Le persone sempre alla ricerca di occasioni o i piccoli trasportatori dovrebbero assicurarsi di fare qualche calcolo prima di spendere tempo e risorse per un viaggio verso Tal. Comunque, i commercianti più acuti ne approfittano per importare materiali grezzi ed esportare merce di produzione Xi’an. Con il costante aumento di popolarità per questi prodotti alieni nell’UEE, i mercanti ed i trasportatori non dovrebbero avere troppi problemi a vendere queste merci uniche Xi’an trovate nei mondi abitati di Tal.

Mentre le relazioni con gli Xi’an si sono consolidate, il turismo nel Sistema Tal ha visto un notevole aumento. Explore It Tal!, un’agenzia di viaggio con sede a Goss, è specializzata nell’organizzare visite di gruppo nel Sistema Tal, per tutti coloro che non si fidano a visitarlo da soli. È l’occasione perfetta per tutti coloro che vogliono sperimentare sulla propria pelle un mondo alieno senza dover attraversare da solo le dogane straniere.

Per chi ha il coraggio di fare da sé, ecco un paio di consigli. I cercatori d’avventura e gli esploratori visitano spesso Tal II e Tal V alla ricerca delle ultime navi e tecnologie per armi in modo da avvantaggiarsi rispetto agli altri nello spazio UEE. Le buone forchette e i seguaci della moda si affollano su Tal III per assaggiare il cibo Xi’an alla fonte e per acquistare tessuti esotici direttamente dal produttore. Tal IV è consigliato solo a imprenditori e uomini d’affari, a causa dei pericoli intrinseci delle sue grandi strutture di produzione di antimateria.

Y.ŌM’E (TAL I)

Questo piccolo pianeta è situato troppo vicino al sole del Sistema per poter sostenere la vita. È butterato dai crateri causati da sonde e da missioni di estrazione che cercavano risorse da utilizzare per lo sviluppo del Sistema. Per quanto ne sappiamo, non è mai stato trovato nulla di valore e gli Xi’an lasciarono Tal I a cuocersi in eterno. Tutto il calore che irradia dal pianeta roccioso lo fa apparire brillante e luminoso.

OLI’XA (TAL II)

Durante una visita su Tal II il famoso musicista Sindo Guerrero venne ispirato da tutti gli edifici di colore giallo acceso e scrisse il successo che abbatté tutti i record, “Baciato dal Sole.”

Tal II si occupa della fabbricazione di superfici di larga scala ed è il fulcro tecnologico del Sistema. Le fabbriche del pianeta producono alcune tra le parti per navi più avanzate del ‘verse. Questo misto di fabbricazione industriale e tecnologia high-end rende Tal II il pianeta più impegnato del Sistema. A causa del costante ronzio dei macchinari ed il flusso incessante di operai che entrano ed escono dagli edifici gialli, gli Umani hanno conferito a Tal II il nomignolo di “Alveare.”

Non è strano vedere Umani vivere su Tal II anche se per farlo devono possedere un permesso di lavoro valido. Anche le corporazioni umane hanno iniziato a cercare opportunità di stabilirsi nel Sistema, ad esempio MISC, che recentemente ha aperto una piccola filiale per facilitare gli accordi con gli Xi’an; è stato il sito centrale per lo sviluppo dell’ultimissimo software di avionica installato a bordo delle nuove Reliant.

Infine, non dimenticate gli occhiali da sole per aiutarvi contro il forte bagliore generato dalle architetture gialle ma ricordate, prima di interagire con gli Xi’an toglieteli. Nella loro cultura, nascondere i propri occhi quando si parla è considerato irrispettoso.

LŪNG’XYI (TAL III)

Se siete alla vostra prima visita del Sistema Tal, iniziate da Tal III. È considerato il centro culturale del Sistema, i residenti sono abituati ai visitatori Umani ed accolgono volentieri i turisti, molto più di altri mondi Xi’an. Infatti, molti trovano che il pianeta sia la metafora perfetta per gli Xi’an stessi. Con la maggior parte del paesaggio lussureggiante ricoperto di fattorie pulite, le città creano un netto contrasto con l’ambiente naturale, grazie al colore violetto che spunta brillante appena ci si avvicina.

Essendo il produttore principale di cibo del Sistema e probabilmente di tutto l’Impero, Lūng’xyi è una fermata obbligata per tutti gli appassionati di cibo Xi’an. Coloro che non avessero mai provato la loro cucina dovrebbero prepararsi ad una sensazione unica nel suo genere. Alcuni piatti Xi’an fanno uso di spezie saporite che provocano piccoli spasmi muscolari nelle bocche Umane. Niente di pericoloso, ma di sicuro una sorpresa per coloro che non se lo aspettano. Gli Umani potrebbero trovare questa sensazione strana e scoraggiante, ma sono in molti a credere che in verità aumenti il sapore del cibo. La maggior parte dei ristoranti regola la quantità delle spezie per accontentare i palati Umani. Non abbiate paura di chiedere educatamente informazioni sul livello delle spezie nel cibo se il cameriere non dovesse fare il primo passo. Ricordate solo di farlo prima che inizino a preparare la pietanza.

Nel frattempo, la bellissima e profumata campagna di Lūng’xyi tenterà gli Umani con una diversità naturale che non esiste in nessun’altra città. I visitatori che desiderano visitare la campagna sono molti, ma quelli che lo fanno davvero sono pochi. L’area è generalmente considerata off-limits per gli stranieri, a meno che non venga dato un permesso speciale e che non si venga guidati da uno Xi’an. Non dimenticate il piccolo incidente diplomatico avvenuto nel 2890 quando Shinji Sapiro, un abitante di Prime, venne arrestato dopo essere stato trovato a vagare da solo tra i campi di Tal III.

L’industria tessile di Tal III attira molti stilisti dall’UEE. Le fantasie e i tessuti scoperti qui trovano in fretta la strada verso Terra e la Vecchia Terra, prima che diventino di moda in tutto l’Impero. Alcuni acquirenti più esigenti organizzano viaggi su Tal III mentre nell’UEE si stanno svolgendo importanti sfilate, per essere già sul posto quando verrà scelta la nuova tendenza e poter entrare in possesso quanto prima del tessuto più in voga. Le qualità dell’industria tessile di Luk’Shi inoltre attirano molta gente sul pianeta grazie ai vestiti fatti su misura. Alcuni negozi mettono a disposizione sarti esperti che possono modificare la moda Xi’an per adattarla in modo lusinghiero alle forme Umane.

LIXĀUU (TAL IV)

Tal IV è il pianeta abitabile meno visitato del Sistema, per una buona ragione. Su di esso sono presenti importanti raffinerie ed impianti di trasformazione. A meno che non abbiate degli affari, è probabilmente meglio evitarlo.

Nonostante il colore verde degli edifici di Lixāuu’s, questo è un pianeta dedicato ai colletti blu, con trasportatori ed operai delle raffinerie che costituiscono la maggior parte della popolazione. Anche se l’alta qualità presente su Lūng’xyi ottiene spesso e volentieri le lodi dal mondo culinario, coloro che cercano un’esperienza più autentica dicono che si può trovare nelle bancarelle di cibo per la classe operaia accatastate all’esterno di quasi tutti i numerosi impianti di lavorazione. Quasi onnipresente come queste bancarelle è lo yahlu, una bevanda calda e densa che gli operai consumano prima di lavorare.

Un avviso: l’atmosfera di Tal IV contiene tracce di acido, fortunatamente non sufficiente per danneggiare edifici, navi o i residenti che indossano l’abbigliamento adeguato.  Questo è il motivo per il quale gli Xi’an hanno sistemato qui gli impianti più inquinanti. Detto questo, se doveste trovarvi su Tal IV durante una giornata piovosa, sarà probabilmente meglio cercare un rifugio quanto prima ed evitare che la precipitazione entri in contatto con la pelle.

RYŌL (TAL V)

Mai dire che agli Xi’an manca il senso dell’umorismo. Tal V, i cui prominenti edifici sono color arancione bruciato, ospita un’alta percentuale di complessi industriali dedicati ai processi finali degli armamenti. Se ci si avvicina al pianeta dalla giusta angolazione, i raggi del sole che si riflettono sull’arancione bruciato sembreranno quasi colpi derivati da armi ad energia.

Molti Umani si recano su Ryōl alla ricerca degli armamenti più avanzati per sé stessi o per le loro navi. Gli Xi’an tengono ancora segrete la maggior parte delle loro tecnologie, perciò solo alcune parti del pianeta sono aperte ai visitatori Umani. In queste aree si può trovare una forte presenza militare Xi’an, ma non lasciatevi dissuadere dal fermarvi per comprare l’ultimo blaster. I visitatori hanno segnalato pochissimi episodi di violenza o crimini. Questo in parte grazie alla prevalenza della sicurezza armata ma anche perché, alla luce del trattato di pace, il governo Xi’an sembra desideroso di evitare il più possibile incidenti con gli Umani.

CHUAITON (TAL VI)

Ritenuto non abitabile sin dalla sua scoperta, questa roccia ricca di risorse è stata parte del motivo per cui gli Xi’an hanno impostato Tal come Sistema di Produzione. Secoli di estrazione mineraria hanno strappato a Tal VI un significante ammontare di risorse, anche se resta complicato controllare se sia rimasto qualcosa di valore in quanto l’esercito Xi’an tiene costantemente d’occhio il traffico nei pressi del pianeta. Questo ha portato le persone a teorizzare che su Tal VI ci sia molto più di quanto non si veda ad occhio nudo. Sarà anche il Sistema Xi’an più aperto verso gli Umani, ma è ancora ricco di segreti.

KYU’NAO (TAL VII)

Situato nei recessi più lontani del Sistema Tal, Tal VII è un gigante gassoso prismatico che si dice sia un riflesso dei pianeti su cui veglia. Questo perché le sue quattro bande spesse e colorate di nuvole ondeggianti corrispondono ai colori assegnati ad ogni pianeta abitabile del Sistema. Tal VII, un meraviglioso esempio di armonia e simmetria su cui la cultura Xi’an pone valori profondi, è l’ultima tappa ideale per ogni visita del Sistema.

VOCI NEL VENTO

“Bellezza, audacia e beatitudine. Tutto esiste nel mondo baciato dal sole.”
Sindo Guerrero, “Baciato dal Sole”

“È come se la bocca prendesse vita. Come se ci fosse qualcosa che si agita al suo interno. All’inizio non ero sicura che mi piacesse, ma dopo un paio di giorni, ero seduta di nuovo a mangiare in quel ristorante.”
Chef Alicia Tan, Mangio a Modo Mio

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.