Questo portfolio è stato originariamente pubblicato nel Jump Point 5.12.

Come disse il famoso imprenditore Engel Nordigan: “una buona azienda è quella che ha ricevuto la benedizione dai suoi clienti. Puoi anche avere profitti spettacolari, ma se non piaci alla gente o, ancora peggio, perdi la fiducia di un’azienda, allora dovrai prepararti ad affrontare una strada tutta in salita.” Sono poche le aziende che comprendono questo mantra più di Chemline Solutions.

Umili Origini

Victor e Adorai Zahid non hanno vissuto una giovinezza che molti potrebbero considerare ‘ordinaria’. I loro genitori, entrambi dipendenti presso i negozi Kel’To, facevano parte dei team di ispezione che dovevano assicurarsi che le varie filiali aderissero ai mandati di sicurezza aziendale, lavoro che richiedeva alla famiglia di trasferirsi in continuazione.

Nella sua autobiografia Titan, Victor Zahid racconta che alla famiglia capitava raramente di stare nello stesso posto per più di un mese, dal momento che si spostava tra i numerosi Negozi Kel-To sparsi nello UEE. Per Victor e sua sorella gemella, Adorai, questa vita precludeva loro ogni possibilità di possedere una dimora stabile. Passarono tutta la loro infanzia a scorrazzare all’interno delle varie navi da trasporto o case in affitto mentre i loro genitori lavoravano. Di sera, questi ultimi li educavano servendosi di un curriculum educativo creato meticolosamente per permettere ai gemelli di passare in anticipo l’Equivalenza*. Il loro compito durante il giorno era semplice: imparare. Venivano incoraggiati a scoprire qualcosa dell’area in cui vivevano, delle persone, di tutto. Ogni sera, i bambini dovevano presentare quel che avevano appreso durante il giorno per discuterne con i genitori.

“Al tempo non l’avevo capito,” scrive Victor in Titan. “Ma se mi guardo indietro adesso, parlare del perché un certo HEX fosse in crisi economica o del perché un tale trasportatore a cui abbiamo parlato stesse facendo quello che stava facendo era il loro modo di insegnarci l’empatia, di capire che tutti avevano una storia.”

Nonostante entrambi i gemelli studiassero nello stesso modo, con l’avanzare degli anni i loro interessi cominciarono a differenziarsi. Victor sviluppò un certo gusto per il commercio di materie prime, ed utilizzava spesso i suoi risparmi per acquistare piccole quantità di beni che avrebbe poi usato per commerciare con altre stazioni. Anche quando non stava attivamente comprando o vendendo, teneva meticolosamente nota dei prezzi dagli acquirenti locali o direttamente presso la TDD. Nel frattempo, sua sorella Adorai iniziò ad affascinarsi per il mondo di matematica ed ingegneria, e per questo studiava la struttura delle varie stazioni e delle navi che incontravano durante i loro viaggi.

I gemelli Zahid ottennero l’Equivalenza a sedici anni e ricevettero borse di studio parziali presso l’Università di Terra. Victor ottenne una doppia laurea in economia e gestione aziendale, che lo portarono immediatamente ad un posto di lavoro presso la Clifton Brothers su Prime. Adorai rimase a scuola un po’ più a lungo per ottenere la laurea in ingegneria geologica. Durante il corso del suo ultimo anno, venne avvicinata da alcuni rappresentanti della Edo Inc., una piccola realtà dedita all’estrazione mineraria e all’esplorazione con base su Lo, nel Sistema Corel, che la invitarono a lavorare presso la loro divisione di sviluppo planetario.

Nonostante si parlassero spesso, i gemelli non si videro più per circa dieci anni. Adorai era oramai fissa nello stesso posto e progrediva nei ranghi interni della Edo. Victor, invece, non era stato apparentemente in grado di scrollarsi di dosso lo stile di vita della sua gioventù. Durante quel periodo, lasciò la Clifton Brothers e diede vita a numerose iniziative imprenditoriali di sua proprietà, inclusa una compagnia per la pianificazione di eventi ed una breve esperienza come manager di una band.

Nel 2889, Victor ed Adorai si incontrarono alla festa per il 98° compleanno di loro padre, e la sorella iniziò a parlargli della tecnologia di estrazione sperimentale che stava provando a sviluppare per la Edo. Nonostante le ricerche fossero promettenti, le proiezioni finanziarie così come i costi per implementare questi aggiornamenti avevano superato il potenziale margine di profitto, perciò il consiglio di amministrazione si stava apprestando a cancellare il progetto. Mentre Adorai si lamentava che avrebbe dovuto abbandonare la ricerca, Victor riusciva a vederne il potenziale. Se avesse avuto successo, questa tecnologia avrebbe potuto rivitalizzare i vecchi siti di scavo. Dopo due ore di intense discussioni, propose la sua idea: perché non sviluppare la tecnologia da sé?

Da un’Idea a un’Istituzione

Nel giro di un anno, nacque Chemline Solutions. Nonostante la sua attività principale fosse quella di fornire prodotti chimici industriali (chiamati ‘flusso di cassa’ da Victor), Adorai fu in grado di convincere il consiglio di amministrazione della Edo a venderle la sua ricerca. Mentre lei ricominciava a metterci le mani, Victor sfruttò tutte le sue connessioni sviluppate nel corso degli anni per formare una prima lista di clienti per l’azienda. Il suo obiettivo era quello di ammassare capitale a sufficienza non solo per supportare la ricerca di Adorai, ma anche per avere crediti a portata di mano una volta giunti al suo completamento.

Grazie al lavoro di Adorai dietro le quinte ed il senso per gli affari di Victor, l’azienda crebbe ad un ritmo straordinario. Nel giro di cinque anni, erano operativi in sei centri di distribuzione posizionati strategicamente nello spazio UEE.

Entro la fine del 29° secolo, Adorai aveva completato il primo prototipo funzionante del suo nuovo processo di estrazione. Sfruttando vibrazioni sismiche a bassa frequenza, il progetto (nome in codice all’interno dell’azienda Resurrezione) andò incontro alle aspettative riuscendo a sbloccare sacche di gas precedentemente inaccessibili. Con la società che poteva già contare su introiti costanti, Victor era convinto che fosse pronta per il livello successivo.

Iniziò così a vagare attraverso lo UEE alla ricerca di potenziali siti di scavo. La risposta fu una piccola luna su un Sistema lontano.

Odin 1a, situata nelle vicinanze dei resti del primo pianeta del Sistema (distrutto quando la stella divenne una nova), aveva già visto i suoi depositi estratti da numerose compagnie per circa vent’anni prima di venire abbandonata nel 2865. La luna, conosciuta anche come Gainey, possedeva una quantità significativa di sacche di gas, e la mancanza di popolazione in loco la rendeva il sito ideale per la nuova tecnologia. L’unico difetto era che vent’anni di intensiva estrazione di risorse avevano lasciato una quantità sconvolgente di edifici abbandonati, satelliti e spazzatura attorno alla piccola luna, la cui pulizia avrebbe ostracizzato la loro tabella di marcia.

Grazie alle condizioni della luna e alla sua posizione piuttosto remota, l’azienda riuscì ad assicurarsi i diritti di estrazione ad un prezzo vantaggioso dall’Agenzia per lo Sviluppo Planetario (Planetary Development Bureau) ed iniziò immediatamente la costruzione della vasta rete di infrastrutture da posizionare attorno alla luna per ospitare gli attuatori sismici che avrebbero estratto il gas. Entro il 2904, Chemline Solutions attivò il suo primo impianto di estrazione del gas.

Le teorie di Adorai iniziarono a dare frutti quasi immediatamente, ma con il passare degli anni iniziò a preoccuparsi sempre di più per gli eventi sismici che aumentavano costantemente sulla luna. Con fessure che iniziarono ad aprirsi inaspettatamente in luoghi apparentemente casuali, Adorai si trovò in difficoltà nel confermare se fossero causate dalla sua macchina.

Secondo Adorai, poco dopo l’inizio delle sue indagini per comprendere quegli eventi sismici, Victor stava negoziando la costruzione di un’altra struttura di estrazione su un mondo popolato. Lei, nervosa per il fatto che la sua tecnologia potesse rivelarsi pericolosa per la popolazione locale, protestò contro l’espansione, ma lui rifiutò apertamente, tirando in causa gli enormi profitti che la nuova struttura avrebbe generato. Quando gli presentò le sue scoperte, Victor affermò che le sue ‘prove’ erano soltanto una collezione di ipotesi ed incongruenze.

La discussione che ne seguì continuò e si intensificò per diversi mesi ed infine portò Victor a licenziare Adorai. I gemelli, inseparabili fin dalla nascita, si trovarono invischiati in un’aspra disputa legale. Adorai citò in giudizio Chemline Solutions e suo fratello per i diritti della sua tecnologia, ma uno dei principi relativi al marchio aziendale firmato alla nascita della compagnia prevedeva specificatamente che la tecnologia di estrazione era di proprietà dell’azienda. Ciononostante, la serie di azioni legali e ricorsi si protrasse per quasi un decennio.

Nel 2919, Chemline Solutions non era più in grado di mantenere la struttura di Gainey. A causa delle conseguenze negative portate dalla battaglia pubblica della stessa Adorai contro la compagnia, lo UEE fu reticente nel fornire ulteriori licenze per la tecnologia.

Victor provò per anni a trovare un compratore che rilevasse la struttura di Gainey per poter coprire i costi legali, ma nessuno voleva assumersi la responsabilità per la proprietà. Entro il 2923, Victor rimosse quanto più equipaggiamento poteva e sigillò definitivamente la struttura.

Il Percorso a Seguire

Al giorno d’oggi Chemline Solutions è tornata a distribuire prodotti chimici industriali. Victor Zahid non ha mai smesso di provare ad ottenere licenze di estrazione, ma i costi per iniziare a costruire la vasta gamma di strutture necessarie per utilizzare appieno la tecnologia attualmente rappresenta un ostacolo più grande persino della reticenza da parte del governo di sanzionarla. Nel 2938, nella speranza di fare soldi, Victor ha istituito una ‘politica a porte aperte’ per gli inventori nel settore della geologia e dell’estrazione mineraria, che possono presentarsi quando vogliono per mostrare le loro idee.

Adorai Zahid si è ritirata dalle apparizioni in pubblico dopo che la serie di processi giunse al termine, divenendo una professoressa di Studi Geologici presso l’Università di Terra. Nel 2940 ha pubblicato un libro di testo educativo riguardo le esaminazioni della moralità, ma non ha mai parlato pubblicamente della sua esperienza con Chemline Solutions.

Da allora, non è noto se i gemelli si siano più parlati.

 

Articolo originale disponibile presso Roberts Space Industries.

 

 

*L’Equivalenza (Equivalency) è una certificazione rilasciata a coloro che nell’Impero Unito della Terra hanno completato il percorso di educazione secondaria. Può essere ottenuto portando a compimento un programma educativo secondario certificato dallo UEE o superando una serie di test di materia emessi dal governo UEE. Tutti i Civili nello UEE devono ottenere l’Equivalenza per poter perseguire l’educazione post-secondaria, per entrare nei servizi armati o per guadagnare la piena Cittadinanza.